Un bel piatto di pasta al pomodoro quale elisir di lunga vita. Festa ad Alezio per i 105 anni di nonna Clementina

3615

Alezio – Compleanno numero 105 ad Alezio per nonna Clementina Metti. A farle festa, lo scorso 16 febbraio, sono stati i familiari ed i vicini di casa.

Nonna Clementina è appassionata di politica, adora la pasta con il pomodoro e soprattutto non assume farmaci. Insieme alla figlia Lucia, conta anche sull’affetto dei suoi tre nipoti e dei cinque pronipoti.

La passione per la politica

A causa dei problemi alla vista segue i dibattiti televisivi con le cuffie, per restare aggiornata sulle novità della politica e sui fatti d’attualità (con una spiccata preferenza per il giornalista di Rete 4 Mario Giordano). Ha vissuto la guerra molto da vicino, riuscendo a salvarsi dalle macerie della basilica di San Lorenzo a Roma, dopo il bombardamento del 19 luglio del 1943. Da Roma si trasferì sino a La Spezia, per poi fare ritorno nella sua Alezio.

«Il segreto della sua longevità resta sempre un bel piatto di pasta con il pomodoro», come fa sapere la figlia Lucia. Informatissima su quanto accade nel mondo, l’ultracentenaria ha preteso una festa semplice e, precauzionalmente, “senza baci”. In tempi di coronavirus la prudenza non è mai troppa.

La “supercentenaria”

Malgrado il compleanno “importante”, Clementina Metti non è la più longeva del paese: a precederla c’è sempre la “supercentenaria” Carmela Villani che lo scorso 26 aprile ha tagliato il traguardo dei 110 anni.