ulivi zona fosca tra alezio e matino - agosto 2014 (3)Divieto di edificazione per “almeno” 15 anni sui terreni colpiti dal disseccamento degli ulivi provocato dal batterio Xylella fastidiosa. Lo ha stabilito ieri la Giunta regionale approvando lo schema di disegno di legge, composto da soli tre articoli con l’obiettivo di evitare “speculazioni edilizie” sui terreni dove sono presenti piante infette da abbattere. Per un periodo di 15 anni, così come già accade per le aree attaccate dalle fiamme, non sarà dunque possibile cambiare la destinazione d’uso dei terreni. Sotto il profilo agricolo sarà anche evitato il mutamento della destinazione d’uso nelle zone omogenee “E” o equivalenti. Previsto anche il “catasto dei terreni infetti” interessati da espianto.

Pubblicità

Commenta la notizia!