Ugento, via le barriere architettoniche dal centro storico: in partenza un progetto da 90mila euro

1898
Via Dei Cesari Ugento
Via Dei Cesari Ugento

Ugento – Via le barriere architettoniche in parte del centro storico, precisamente in via Dei Cesari: il progetto stilato dal Comune e finanziato con un importo di 90mila euro è in partenza. I lavori saranno infatti avviati entro il 31 ottobre.

Migliorare la fruizione e il decoro urbano sono gli obiettivi del progetto, che sarà realizzato grazie a risorse erogate dal Ministero dello sviluppo economico e attinte al Fondo per lo sviluppo e la coesione nell’ambito dell’intervento “Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi”.

Come cambierà l’area interessata

I lavori riguarderanno la sistemazione del basolato su via Dei Cesari, corso Garibaldi e tratti sconnessi di Via Salentina, Vico Gradoni e Vico Lungo. Verranno poi installati elementi di arredo urbano quali corrimano per le scalinate e percorsi pedonali delimitati da dissuasori parapedoni, nel rispetto dei criteri dettati dalla Soprintendenza archeologia e paesaggio di Lecce, Brindisi e Taranto.

Inoltre, sull’area prospiciente Porta Paradiso, via Monterotto e via Dei Cesari verrà realizzato un percorso per diversamente abili e una postazione di stazionamento per turisti.

Meli: “Obiettivo collegare parte alta e bassa del centro storico”

Alessio Meli
Alessio Meli

“Il progetto – spiega l’assessore alle Opere pubbliche e alla manutenzione del territorio Alessio Meli – mira a collegare la parte alta del centro storico (zona Castello) alla parte bassa (quella del borgo antico)”.

“Inoltre – prosegue Meli –, queste opere vanno in direzione dell’abbellimento del borgo antico e di un’operazione complessiva di decoro urbano finalizzata anche a migliorare la fruizione in chiave turistica del territorio”.

Scarcia: “C’è molto da fare, ma è un buon inizio”

Rosaria Scarcia
Rosaria Scarcia

“Nel percorso che ha portato l’approvazione del progetto – conclude Meli – importante è stata anche la collaborazione con il vicesindaco Salvatore Chiga e con la garante per le persone disabili, la signora Rosaria Scarcia: a loro va il mio ringraziamento”.

In carica come garante del disabile da quest’anno (dopo essere subentrata a Francesco Urso, che ha rivestito lo stesso ruolo per 5 anni), così Scarcia commenta l’iniziativa del Comune: “Si tratta di un buon progetto, stilato secondo le linee guida del Peba (Piano di eliminazione delle barriere architettoniche). Per quanto riguarda la viabilità e l’accessibilità ai disabili, a Ugento c’è ancora molto da fare, ma il progetto dimostra grande sensibilità verso queste problematiche ed è un buon inizio”.