Ugento, rotatoria e nuova illuminazione nel borgo: ecco i progetti

3708
Lampioni storici nel borgo di Ugento

Ugento – Migliorare la viabilità e il decoro urbano: due nuovi progetti, di cui uno già pronto a partire nei prossimi giorni, porteranno alla realizzazione di una rotatoria all’ingresso del paese e alla riqualificazione dei corpi illuminanti del borgo antico.

L’intervento sul sistema di illuminazione del borgo, finanziato con 90mila euro dal Ministero dell’Interno su progetto redatto dall’ingegnere Serena Pagliula, partirà entro martedì 15 settembre. La gara per l’aggiudicazione dei lavori è stata vinta dalla ditta Ciesse costruzioni e servizi, con sede a Castro.

Le zone interessate

I lampioni storici del borgo verranno rinnovati nell’ottica dell’efficientamento energetico e dotati di moderne luci led. Queste le strade interessate dall’intervento: via Salentina; vico Gradoni, Mosaico, Lungo, Aperto, Nuovo; Porta Paradiso; via Castello, dei Cesari, Santi Medici, Santa Lucia, Monterotto, Minturno, Cavour; piazza San Vincenzo; salita Monte di Dio, Brancia, Torre arsa.

Il progetto della rotatoria (redatto dall’architetto Antonio Lecci) ha invece tempi più lunghi, con l’iter di affidamento lavori che dovrebbe essere avviato entro il 31 dicembre, dopo l’approvazione del progetto in linea tecnica già avvenuta a fine agosto. La rotatoria sorgerà sull’incrocio fra via Casarano, via Taurisano, corso Garibaldi e via Ripamonti, un punto caratterizzato da intenso traffico veicolare. I lavori prevedono un importo complessivo di 138mila euro, interamente finanziati dalle casse comunali.

Meli: “Elevare la qualità del borgo antico”

Alessio Meli
Alessio Meli

I due interventi, spiega l’assessore ai Lavori pubblici Alessio Meli, sono inseriti in un quadro più ampio di riqualificazione del borgo antico: “Già dal 2018 abbiamo voluto investire in interventi finalizzati da un lato a fluidificare il traffico su punti ritenuti critici, e dall’altro a continuare nella riqualificazione del territorio anche attraverso operazioni di decoro urbano. Per quanto riguarda la rotatoria, oltre a essere un punto nevralgico per la viabilità da mettere in sicurezza, è una porta d’ingresso alla città e al borgo antico, un biglietto da visita per chi arriva a Ugento”.

Il tutto va nella direzione di migliorare la vivibilità del borgo antico e renderlo più attrattivo – prosegue Meli. – Da qualche anno a questa parte ci siamo mossi in questo senso, con il completamento di servizi quali le reti idriche, fognarie e del metano, la ribasolatura di via dei Cesari e l’abbattimento delle barriere architettoniche. Continueremo con altre opere di riqualificazione che prossimamente interesseranno corso Garibaldi”.