Ugento, anonimi spacciano aiuti alimentari telefonando per conto della Protezione civile. La denuncia del presidente Esposito: “Azione irrispettosa, diffidate”

5969
Il presidente della Protezione civile Tiziano Esposito

Ugento – Chiamate anonime da personaggi che si spacciano per la Protezione civile di Ugento e offrono agli ignari cittadini aiuti alimentari che in realtà non hanno: a denunciare questo che appare come un tentativo di truffa è il presidente della Protezione civile Tiziano Esposito in un post su Facebook.

Sono molto rammaricato nell’apprendere da alcuni amici e conoscenti che in questo momento di emergenza così critico e difficile per tutti noi – esordisce Esposito –, c’è qualcuno che si sta prendendo gioco dell’Associazione protezione civile Ugento e del nostro caro parroco don Antonio Turi, facendo chiamate anonime, spacciandosi per noi e offrendo aiuti alimentari (che non hanno)”.

Esposito: “Stiamo procedendo per vie legali”

Diffidare da queste telefonate è il chiaro appello del presidente della Protezione civile, che assicura: “Si sta procedendo per vie legali per risalire agli autori di questo deplorevole atto”. 

Si ricorda che i volontari della Protezione civile telefonano da un numero riconoscibile, lo 0833.556617, e indossano un’uniforme che li identifica: “Invitiamo a non aprire le porte di casa a persone non riconoscibili da questi strumenti e segnalare prontamente il tutto alle autorità competenti”, aggiunge Esposito.

Sembra assurdo che in questo momento difficile e con moltissimi impegni bisogna trovare anche il tempo per smentire fantomatiche attività non riconducibili alla nostra associazione o al nostro parroco Don Antonio. Inoltre la trovo, oltre che una situazione ridicola, un’azione irrispettosa verso le numerose famiglie che stanno subendo gli effetti di questa crisi. Semplicemente VERGOGNATEVI!” conclude il presidente della Protezione civile.