Ugento, all’Istituto alberghiero “Bottazzi” studenti in cucina con la chef stellata Antonella Ricci

3627

Ugento – L’arte di abbinare i cibi, sotto la guida di chef stellati: l’Istituto alberghiero “Filippo Bottazzi” ha ospitato nei giorni scorsi la prima edizione del corso di formazione professionale dedicato al Food pairing (letteralmente, “accostamento di cibi”).

A prendervi parte sono stati 12 corsisti, insieme a studenti delle classi terze, quarte e quinte dello stesso istituto. I ragazzi sono stati guidati nella preparazione dei piatti – pensati per valorizzare le materie prime locali – dalla chef Antonella Ricci, stella Michelin del ristorante “Al fornello da Ricci” (di Ceglie Messapica). Altro maestro in cucina è stato il “gustosofo” Michele Di Carlo, che ha insegnato come abbinare i piatti a cocktail preparati con i distillati di Bonaventura Maschio.

Il menù. Filo conduttore dei piatti ideati dalla chef Antonella Ricci e realizzati durante il corso è stato il Vincotto PrimitivO dell’omonima azienda di Melissano: diverse le preparazioni in cui questo prodotto è stato declinato, dal timballo d’agnello alla marinatura per i gamberi serviti con una vellutata di patate cotte sotto cenere, fino a un semifreddo ai fichi mandorlati con colata di cacao e olio evo Muraglia.

Il commento del vicepreside Claudio Orsi: “La condivisione di momenti come questi con esperti di altissimo calibro rappresenta  per l’Istituto alberghiero di Ugento motivo di grande orgoglio. Da non trascurare il costante impegno messo in campo dall’Istituto che, con profonda dedizione, collabora con le associazioni di categoria e con le eccellenze del territorio per offrire ai propri alunni, nonché figure professionali del futuro, un elevato livello di preparazione in cui le conoscenze e le competenze rivestono un ruolo prioritario”.

Gli organizzatori. Il corso di Food pairing è promosso dalla Comunità del cibo “Vincotto PrimitivO” (di Melissano), in collaborazione con Assaggi a SudEst (di Racale) e Social media tourism (di Gallipoli). Doppio l’obiettivo perseguito: non solo formazione professionale, ma in senso più ampio educazione alimentare.