L’allestimento del museo per uno spettacolo

Ugento – Al nuovo museo archeologico proseguono le attività della rassegna “Vivere il museo”, inserita nel progetto “I musei raccontano la Puglia”: dopo lo spettacolo “L’Arca”, la compagnia TerramMare Teatro diretta da Silvia Civilla torna in scena sabato 19 gennaio (alle ore 17) con “Arcoiris”, un altro spettacolo dedicato ai bambini (età consigliata 3-8 anni). Ingresso gratuito, info al 329.3915527.

Silvia Civilla

“Arcoiris” racconta dell’importanza del colore, che – scrivono gli organizzatori – “è lo sguardo che gettiamo sul mondo e che ci restituisce sensazioni, emozioni, sentimenti. Il colore è un luogo dell’anima dove abita la nostra personale maga delle combinazioni. Qui, grazie a un’abile disegnatrice e al supporto tecnico di una lavagna luminosa, la musica diventa un pennello che crea immagini e dà forma ad atmosfere suggestive. Arcoiris, questa donna-maga-bambina, il cui nome in castigliano significa ‘arcobaleno’, racchiude in sé il senso dell’intero spettacolo”.

Il progetto “I musei raccontano la Puglia” è promosso dalla Regione con l’obiettivo di avvicinare bambini e ragazzi ai luoghi della cultura. Quello di Ugento è l’unico museo della provincia di Lecce coinvolto nel progetto: gestito dallo Studio di consulenza archeologica, il museo fa parte di un raggruppamento che ha come capofila il Comune di Ugento e in cui rientrano anche il museo archeologico provinciale “Sigismondo Castromediano” e l’Istituto Comprensivo statale cittadino.

Pubblicità

La rassegna “Vivere il museo” si struttura in quattro tipologie di attività pensate per tre diverse fasce d’età (0-5 anni, 6-10 anni e 11-13): ci sono i laboratori ludico-didattici per conoscere la storia antica e le collezioni del museo, le visite guidate, i laboratori di archeologia sperimentale e gli eventi teatrali per bambini e famiglie. In questo modo, da semplice galleria in cui si espongono opere e reperti, il museo si trasforma in luogo vivo di creatività e sperimentazione, dove la cultura incontra la dimensione ludica.

 

 

Pubblicità

Commenta la notizia!