Tutela dell’ambiente e salute: esperti a confronti con “Galatone bene comune”

1289

Galatone – “Qualità ambientale e salute dei cittadini” è il titolo dell’iniziativa promossa dagli attivisti di “Galatone bene comune” in programma giovedì 15 marzo, alle ore 17.30, al Palazzo Marchesale. «Si tratta del primo passo per pianificare delle politiche ambientali adeguate alle criticità del comprensorio di Galatone e del Salento centrale», fanno sapere i promotori. Diversi gli esperti a confronti chiamati a relazionare sulle incidenze delle malattie nell’area e sui rischi legati all’inquinamento. Dopo l’introduzione affidata ad Antonio De Giorgi, ingegnere attivo con l’associazione, il programma degli interventi (moderati da Sebastiano Zenobini) prevede i contributi di Giovanni De Filippis (direttore del Dipartimento di prevenzione Asl Lecce) che si soffermerà sui dati epidemiologici e sulle politiche ambientali di prevenzione nel Salento centrale. Seguirà la dottoressa Cristina Mangia, ricercatrice del Cnr – Istituto di Scienze dell’atmosfera e del clima di Lecce, con l’analisi sull’inquinamento dell’aria nel comprensorio di Galatone: “cause, rischi, difese possibili”. Concluderà  Paolo Sansò, del Dipartimento di Scienze e Tecnologie biologiche dell’Unisalento che relazionerà sul tema “minacce ai beni comuni suolo e acqua: criticità e politiche di tutela”.
«Il comprensorio di Galatone è stato individuato in passato come sede di diversi impianti industriali sospettati di causare gravi impatti sull’ambiente e sulla salute degli abitanti – affermano i promotori  – e ai rischi legati a vecchie discariche mai bonificate, si sommano gli effetti di altri insediamenti su cui il controllo pubblico si rivela poco efficace. L’incontro ha l’obiettivo di fornire alla cittadinanza una maggiore conoscenza di queste nuove emergenze».