Turismo a Gallipoli, la domanda supera l’offerta

1299

Iat e turisti 2GALLIPOLI. Se la domanda turistica aumenta anche l’offerta dovrebbe aumentare. Ma non sempre è così. Mentre Gallipoli è letteralmente sommersa dai vacanzieri, quest’anno già a partire da giugno con numeri sopra la media, il servizio di accoglienza e informazione turistica rivela delle lacune, dal punto di vista dell’orario di apertura.

Lo scorso anno, grazie ai fondi messi a disposizione dall’agenzia regionale Pugliapromozione e ad un accordo sancito con delibera di Giunta comunale, la Pro Loco locale si era impegnata ad integrare e completare l’apertura, fornendo dunque il servizio anche nelle ore di punta. Inoltre da luglio era stato allestito uno stand di supporto nei pressi di piazza “Aldo Moro”. Per l’estate 2015 però niente fondi né secondo punto di informazione. Il dipendente comunale impiegato nel servizio, in orari d’ufficio, ha ridisegnato i suoi turni per cercare di andare incontro alle esigenze di chi giunge in vacanza nella città bella distribuendo il numero di ore lavorative nei momenti di maggiore afflusso e richiesta. Da un po’ di giorni inoltre il Comune ha messo a disposizione un’impiegata con contratto di borsa lavoro ma le ore a disposizione non sono sufficienti a garantire assistenza completa.

Il servizio è disponibile martedì e giovedì dalle 9 alle 14 e dalle 15 alle 19; mercoledì dalle 8 alle 14 e dalle 16 alle 21; venerdì dalle 9 alle 13; sabato dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 20 e domenica dalle 17 alle 21. Per una città come Gallipoli nei mesi estivi il servizio è davvero insufficiente.