Tuglie: lenzuoli bianchi e dirette Facebook per ricordare la strage di Capaci e gli eroi dell’antimafia

654
Don Tony Drazza

Tuglie – Il 23 maggio di 27 anni fa Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti della sua scorta Antonino Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo restavano vittime di quella che passò alla storia come la strage di Capaci: in un attentato di matrice mafiosa venne fatto saltare in aria un tratto dell’autostrada su cui transitavano le auto del magistrato e della sua scorta.

Per ricordare Falcone e la sua lotta per la legalità, tante le iniziative organizzate a Tuglie, fra dirette Facebook e segni “tangibili” in città.

Le iniziative 

Un lenzuolo bianco contro la mafia: è questo il simbolo che i cittadini sono chiamati a esporre fuori dai balconi delle loro case, fino a domenica 24 maggio. Un gesto semplice, per un colpo d’occhio che traduce “visivamente” l’impegno civile e l’importanza di non dimenticare.

Le parole di Giovanni Falcone verranno poi fatte risuonare in piazza Garibaldi per tutta la giornata di sabato 23 (dalle ore 10 alle 12 e dalle 18 alle 20). Sempre sabato, incontro virtuale e riflessioni con una diretta sulla pagina Facebook di “Bene Comune Tuglie”, dalle ore 19,30: dopo i saluti di Lorenzo Longo, Alessandra Moscatello e Valentina Serini, Gianpiero Pisanello dialoga con Matilde Montinaro, sorella del caposcorta di Falcone Antonio Montinaro; don Tony Drazza (di Seclì), dalla segreteria generale della Cei; l’inviato del programma “Le Iene” Ismaele La Vardera; Lara Napoli, giornalista e rappresentante di Libera Lecce.

Sulla pagina Facebook di “Bene Comune Tuglie” sarà inoltre diffuso un video realizzato da direttivo, soci e simpatizzanti per ricordare Falcone e gli eroi simbolo della lotta alla mafia.