Truffa all’Inps da un milione e mezzo di euro: con il commercialista condannato coinvolte 70 persone

Le assunzioni fittizie scoperte dalla Guardia di Finanza

1792

Ugento – È di tre anni e mezzo la pena inflitta dal Giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Lecce al commercialista 47enne di Ugento (N.O. le sue iniziali) finito sotto processo per una truffa all’Inps da oltre un milione e mezzo di euro. La condanna è frutto del patteggiamento processuale chiesto dal difensore dell’imputato. Il professionista era accusato di aver fatto ottenere assunzioni fittizie a 70 dipendenti di aziende (molte delle quali inesistenti, con sede ad Ugento per poi intascare a fine rapporto le relative indennità.

Quarantadue dei soggetti beneficiari hanno scelto la strada del patteggiamento (con pene da otto mesi a un anno e quattro mesi), mentre gli altri 28 hanno scelto la strada del dibattimento in aula. Le indagini condotte dalla Guardia di finanza di Casarano portarono alla luce un numero di dipendenti assunti sproporzionato rispetto al volume d’affari delle aziende coinvolte, alcune delle quali addirittura inesistenti.

Pubblicità