Troppi contagi: a Racale si va verso la chiusura di piazze e luoghi di raduno. Avviati servizi d’emergenza. Riaprono le scuole

37693

Racale – Se la diffusione del virus non dovesse arrestarsi, il Sindaco di Racale, Antonio Salsetti, con ogni probabilità disporrà la chiusura di piazze, giardini e altri spazi pubblici che consentono il ritrovo di persone. “Al Comandante della Polizia municipale ho chiaramente detto che il contrasto a ogni comportamento irresponsabile dovrà diventare priorità”.

È un intervento col quale il primo cittadino ha voluto stimolare il senso di responsabilità dei suoi concittadini, dopo le criticità emerse negli ultimi giorni sul territorio comunale: “Non è più il tempo di regole violate, degli assembramenti, della superficialità” comportamenti, tra gli altri, che hanno sicuramente consentito al virus di propagarsi, con 27 casi ufficiali (report Asl Lecce di venerdì scorso) verosimilmente per contagi familiari e fra amici. Si è dovuto registrare anche un lutto, provocato dalla morte di una anziana donna.

Incontro in Comune Sindaco – medici

Nella mattinata di ieri, Salsetti ha voluto incontrare i medici di base del territorio, una riunione da cui sono scaturite alcune azioni da realizzare per contrastare il virus. “L’incontro che ha voluto il Sindaco è stato molto utile e ha avviato una collaborazione reciproca – sostiene la dottoressa Maria Stella Marzano (foto) –. Abbiamo chiesto una vigilanza maggiore anche all’interno della attività commerciali e sull’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale sia degli esercenti che dei clienti”.

Nel frattempo, con l’aiuto della Protezione civile e del gruppo Misericordia sono stati attivati il pronto farmaco e il pronto spesa per le famiglie positive al Coronavirus e che attualmente sono impossibilitate a spostarsi. Gli interessati possono telefonare al 379 1371944, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13, prenotando la consegna a domicilio.

Ripartono le lezioni

Da domani intanto riaprono dopo la sanificazione la scuola materna e parte la Dad per la Primaria, mentre restano ancora in quarantena gli scolari e le insegnanti della classe che ha avuto un caso positivo.

Mattia Chetta

(nella foto Antonio Salsetti col consigliere regionale Donato Metallo)