Trofeo Gianmarco e Rocco Ponzetta – Santo Seclì: Taurisano ricorda con il calcio 3 suoi giovani scomparsi prematuramente

Per l'occasione, la famiglia Ponzetta donerà alla città un defibrillatore

1649
Trofeo Gianmarco e Rocco Ponzetta - Santo Seclì - Taurisano
Una delle precedenti edizioni del torneo, con l’omaggio davanti alle foto di Gianmarco Ponzetta e Santo Seclì

Taurisano – Il ricordo di giovani vite strappate troppo presto e lo sport che si fa lievito di memoria e speranza: sarà presentato nel pomeriggio di mercoledì 24 aprile, alle ore 18 presso la Sala consiliare del Comune, il torneo calcistico dedicato ai tre giovani taurisanesi Gianmarco e Rocco Ponzetta, e Santo Seclì. Durante la presentazione, si procederà ai sorteggi del primo turno e ci sarà la donazione – da parte della famiglia Ponzetta – di un defibrillatore alla città.

Il torneo si rivolge alla categoria Allievi/Junores e si disputerà dal 25 al 28 aprile presso gli impianti sportivi di Castrignano del Capo, Racale, Taurisano e Ugento. L’evento, organizzato da un gruppo di amici della famiglia Ponzetta, è patrocinato dai Comuni di Taurisano, Racale e Ugento.

Squadre partecipanti e calendario. Il torneo vedrà affrontarsi 8 squadre: Otranto, Parabita, Casarano, Capo di Leuca, Gallipoli, Tricase, Racale e Taurisano. I quarti di finale si disputeranno giovedì 25 aprile (alle ore 10), sui campi di Racale, Ugento, Taurisano e Castrignano del Capo. Semifinali, invece, sabato 27 (ore 18) sui campi di Racale e Taurisano. E domenica 28 aprile (ore 18) la finale, da giocarsi allo stadio comunale “Perrotta” di Taurisano.

Pubblicità

Chi erano i fratelli Ponzetta e Santo Seclì. Il torneo nasce 17 anni fa per ricordare Gianmarco Ponzetta, un giovane tragicamente scomparso per un infarto. Negli anni, a portare avanti il memorial è stato il fratello Rocco, che per il destino ha fatto sì che venisse a mancare lo scorso anno, per lo stesso problema cardiaco che costò la vita a Gianmarco. Da 5 anni, inoltre, al memorial si lega anche il nome di Santo Seclì, un altro giovane di Taurisano scomparso per un incidente sul lavoro.

Fabrizio Preite
Fabrizio Preite

Il commento dell’assessore allo sport Fabrizio Preite: “Sono molto legato a questo trofeo, perché l’ho visto crescere negli anni e io stesso vi ho giocato quand’ero più giovane. Ma soprattutto, forte era l’affetto e l’amicizia che mi legava a Rocco Ponzetta, che è stato direttore sportivo del Taurisano e ha sempre speso il suo tempo e le sue energie per sostenere il settore giovanile calcistico della nostra città. Fare dello sport un’occasione per ricordare giovani che non ci sono più è particolarmente emozionante: fa capire quant’è bella la vita e quanto meriti di essere vissuta”.

 

 

Pubblicità