Tricase Porto, la scuola “San Luigi” diventa residenza artistica internazionale

1366

Tricase – L’antica scuola “San Luigi” si trasforma in una residenza artistica che fino al 3 ottobre ospiterà creativi provenienti da tutto il mondo: l’inaugurazione dei locali appena ristrutturati, con la presentazione del progetto delle residenze, si è tenuta sabato 1 agosto.

Alla serata, svoltasi sulla terrazza della Lega navale, sono intervenuti il segretario generale del Comune Giuseppe Rizzo, il direttore del Ciheam Bari Maurizio Raeli, il coordinatore del programma Interreg Muse Gianfranco Gadaleta con il project manager Massimo Zuccaro, Antonio Errico dell’associazione Magna Grecia Mare, ed Enrico Gentina, direttore artistico del progetto Bract (Breve residenza artistica di comunità e territorio) che sarà appunto ospitato alla scuola “San Luigi”. In chiusura di serata il concerto con Enza Pagliara, Dario Muci e Antonio Calsolaro.

Il borgo e la sua gente raccontati dagli artisti

Risalente ai primi del ‘900, la scuola “San Luigi” divenne scuola elementare nel 1923 e poi nel 1949 asilo infantile. Oggi i locali vengono consegnati al Porto museo di Tricase, dopo la ristrutturazione e rifunzionalizzazione ad opera del Comune e di Ciheam Bari nell’ambito del progetto Interreg Grecia-Italia Muse.

Le residenze artistiche di Bract sono il primo progetto che trova casa nei locali della nuova “San Luigi”, dove fino al 3 ottobre, ogni settimana, arriveranno artisti da Italia, Polonia, Spagna, Germania e Stati Uniti con l’obiettivo di raccontare il territorio e la sua comunità attraverso l’arte. “Tra terra e mare: la costa, mondo di confine e di connessioni” è il tema che accomuna tutte le residenze, che si concluderanno con una restituzione finale in cui gli artisti presenteranno il lavoro svolto durante la settimana e basato sul coinvolgimento degli abitanti del posto.

Bract dall’isola d’Elba al Salento 

Il programma di Bract Tricase è già partito il 2 agosto con il progetto (ancora in corso) dello scultore Friedrich Andreoni, mentre il secondo artista in residenza (da domenica 9) sarà il fotografo Luca Bortolato. Fra gli artisti ospiti anche il fotografo statunitense premio Pulitzer David Hornback, che arriverà il 30 agosto.

Liliana Putino e Francesca Maruccia

Incroci l’Elba e il Salento: prima di approdare a Tricase, infatti, Bract è nato – nel 2017 – come progetto di residenza d’artista sull’Elba. Un progetto che nei giorni scorsi ha visto ospiti su quella che fu l’isola di Napoleone due giovani salentine, la scrittrice Francesca Maruccia (di Ugento) e l’attrice e regista Liliana Putino (di Racale), in residenza artistica per realizzare un “reportage narrativo ed emozionale” sui mondi possibili nascosti nell’Elba.