Tricase, con il Lions Club un convegno sulle malattie cognitive

Si discute di diagnosi e trattamento dell'idrocefalo normoteso

1205
Antonella Cazzato

Tricase – Un appuntamento di informazione medica mercoledì 19 dicembre a Palazzo Gallone: alle 20 neurochirurghi ed esperti discuteranno sul tema “Alzheimer? Parkinson? No, idrocefalo normoteso. Una demenza suscettibile di trattamento chirurgico”.

Gli interventi. Ad aprire l’incontro i saluti del Sindaco Carlo Chiuri; di Donatella Cazzato, presidente del Lions Club Lecce “Tito Schipa” (che organizza l’evento); di Pierangelo Errico, direttore sanitario della Pia Fondazione “Cardinale Panico”; di Donato Antonaci Dell’Abate, presidente del museo di storia patria di Tricase; e di Maria Serena Camboa, delegato Lions zona 18. Seguirà il dibattito con i neurochirurghi Antonio Scollato e Stefano Forcato, i neuroradiologi Roberto De Blasi e Pantaleo Spagnolo, i neurologi Gerardo Ciardo e Rosa Capozzo, e la fisiatra Cristina Del Prete. Modera Maddalena Lucia Antonaci Dell’Abate, del Lions Club. Durante il convegno, inoltre, sarà allestita la mostra documentaria “La medicina a Tricase tra ‘800 e ‘900”, organizzata dal museo di storia patria e diretta da Donato Antonaci Dell’Abate.

Il tema del convegno. Descritto per la prima volta più di 60 anni fa, l’idrocefalo normoteso è ancora oggi una malattia poco conosciuta. Si tratta di una delle poche forme di decadimento cognitivo che a differenza di Alzheimer, Parkinson ed encefalopatia ischemica – con cui spesso viene confusa – può essere trattata chirurgicamente, se viene correttamente diagnosticata. I medici che prendono parte al dibattito si confronteranno sui metodi di diagnosi e trattamento di questa patologia.