Travolse e uccise un ragazzo con l’auto: 41enne in carcere anche per le violenze ai carabinieri

Nell'incidente del 12 giugno 2011 Cortese venne trovato positivo alla cocaina

1178

Melissano – È di cinque anni e sei mesi e 18 giorni la pena residua da scontare in carcere per il 41enne Antonio Cortese di Melissano. L’uomo era stato condannato (omicidio colposo) per aver travolto alla guida della propria auto, sotto l’effetto di cocaina, il 17enne di Ugento Gabriele De Giorgi (sulla Felline-Torre San Giovanni). L’incidente risale al 12 giugno 2011 (il ragazzo guidava un ciclomotore, l’uomo una Fiat Stilo).  Ora la Procura della Repubblica ha aggravato la misura cautelare adottata nei suoi confronti e per questo Cortese è finito nella Casa circondariale di Borgo San Nicola a Lecce.

A suo carico è, infatti, divenuta definitiva la sentenza che lo condanna anche per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, ingiuria, atti persecutori e offese in scritti e discorsi pronunciati dinanzi alle autorità giudiziarie. Tali reati risultano commessi dal giugno 2006 al luglio 2012, a Ugento e Melissano. Per Cortese (noto come “furia” nel suo paese) è stata adottata anche la pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni.

Tali ultimi reati sono ascrivibili alle sue violente reazioni ai controlli di routine operati dai parte dei carabinieri della Stazione di Melissano nel corso della detenzione domiciliare seguita alla condanna per omicidio colposo dopo l’incidente che costò la vita al 17enne.