Tra sacro e profano il Ferragosto a Patù e nella marine: “schiuma party” a Felloniche, devozione in paese e a San Gregorio

1013

 

Patù – Dopo il successo registrato la notte di San Lorenzo, torna questa sera, a partire dalle 21, lo Schiuma party sulla spiaggia di Felloniche (Patù). La festa “Aspettando Ferragosto”, organizzata dal Comune di Patù in collaborazione con radio Venere e radio Peter Pan, sarà animata da Lucas dj.

All’alba di Ferragosto, come accade ormai da molti anni, una processione di fedeli partirà alle 5.30 dalla chiesa dell’Immacolata di Patù per dirigersi verso Vereto dove, nella chiesetta dedicata alla Madonna, oggetto di un recente restauro, si terrà la Santa messa presieduta da don Gianluigi Marzo. Il rito religioso prevede, alla fine della cerimonia, la distribuzione del grano benedetto.

Pubblicità

Venerdì 16 agosto alle ore 21 in piazza Indipendenza a Patù, la compagnia “Temenos recinti teatrali” si esibirà nello spettacolo “La poltrona” mentre il giorno dopo i Musici di Patù si esibiranno dalle 21 a San Gregorio animando la festa “Ronda in pizzica”.

Tradizionale festa in onore di San Gregorio Magno domenica 18 agosto nella piccola Baia che prende il nome dal santo. La giornata dedicata al patrono prevede un programma religioso e uno civile a cura della Pro loco Patù e della parrocchia San Michele Arcangelo. Alle ore 19 la messa in via Magellano seguita dalla processione con il simulacro del Santo portato a spalle dai fedeli.

Il programma civile prevede l’esibizione della banda filarmonica del Capo di Leuca e, subito dopo la fiaccolata, uno spettacolo musicale con la dand “Mr. NoMoney”. La chiusura della festa è affidata allo spettacolo piro-musicale a cura della ditta “Fireworks Salento” di Corsano che, a mezzanotte, illuminerà il cielo e il mare della caratteristica baia.

Uno dei momenti più attesi e suggestivi dedicati alla festa sarà quello in cui, come ogni anno, il quadro del Santo (atteso per le 20.30), dopo aver percorso le strade della marina solcherà il mare “scortato” da una fiaccolata “subacquea” che affascina visitatori, turisti e residenti da quasi un ventennio.  Il Santo è considerato protettore dei muratori, dei musicisti, degli insegnanti, degli studenti, per chi “vive” a Patù anche della sua piccola Baia e dei suoi abitanti.

Pubblicità