Torri costiere del Salento, il progetto del giovane Francesco Fersini (di Castro Marina) per salvarle dall’oblio

467
Francesco Pio Fersini

Castro Marina – Giganti silenziosi, che hanno visto passare le epoche e i nemici con un occhio sempre vigile affacciato sul mare: sono le torri costiere che puntellano le coste salentine, opere antichissime erette a difesa contro gli attacchi di turchi, pirati e predoni.

Di queste torri, e in particolare di quelle edificate nella provincia di Lecce, nasce ora una sorta di “archivio” online: a realizzarlo è il giovane Francesco Pio Fersini, 24 anni residente a Castro Marina, che sul sito “Torri del Salento” ha raccolto un ricco patrimonio di informazioni, tra note storiche e materiale fotografico.

Un’eredità sommersa da valorizzare

L’obbiettivo – spiega Fersini – è quello di valorizzare il patrimonio architettonico, storico, culturale e paesaggistico delle torri costiere e del territorio in cui sono collocate, diffondendo nei visitatori, locali e non, la forte consapevolezza di questa eredità sommersa, quasi dimenticata”.

Ulteriore auspicio – prosegue – rimane quello di sollecitare una maggiore attenzione nei confronti di ricchezze culturali definite, talvolta ed ingiustamente, come ‘minori’, abbandonate, finora, a sporadiche attenzioni, ma che meriterebbero una ritrovata dignità”.

Il messaggio è chiaro: “Questa è una sfida contro l’indifferenza, il disinteresse e l’abbandono che molto spesso hanno condannato questi monumenti di inestimabile valore a svanire quasi definitivamente. Con le opportune attenzioni, le torri costiere potranno essere salvate dall’azione distruttiva del tempo, per continuare a raccontare la storia di un territorio che hanno visto crescere” si augura Fersini.