Torre Mozza (Ugento): disincagliata la barca a vela utilizzata dai migranti

635

Torre Mozza (Ugento) – È stata disincagliata questa mattina dagli uomini della Guardia costiera, la barca a vela rimasta bloccata davanti alla costa sabbiosa di Torre Mozza, dopo aver trasportato 79 migranti.

Dopo aver verificato che lo scafo del natante fosse in sicurezza, sono state avviate le operazioni di disincaglio e di recupero della barca a vela, posta sotto sequestro e scortata nel porto di Leuca a disposizione dell’autorità giudiziaria.

“Scongiurati danni all’ambiente marino”

«Il successo dell’operazione di recupero ha consentito di scongiurare danni all’ambiente marino in un tratto costiero di particolare pregio qual’è quello di Ugento, tenuto conto anche del previsto e già in atto peggioramento delle condizioni del mare che avrebbe messo a rischio l’integrità dell’unità», fa sapere la Capitaneria di porto di Gallipoli.