Test anti-Covid senza autorizzazione: chiuso un laboratorio “abusivo” nel Salento. Centinaia i controlli dei Nas in tutta Italia: molte irregolarità

3318

Maglie – Eseguiva test molecolari per la diagnosi del covid-19 sebbene non fosse autorizzato il centro analisi chiuso quest’oggi a Maglie dai Nas. I militari del Nucleo antisofisticazioni e sanità dell’Arma, nel corso dell’ultima settimana hanno controllato in tutta Italia  285 tra strutture e laboratori analisi, privati e convenzionati, al fine di accertarne la regolarità e il rispetto delle norme anti-contagio, in un periodo dove quello dei test anti-Covid è diventato un vero e proprio affare per molti.

Il laboratorio di Maglie è risultato tra i 67 con irregolarità, visto che eseguiva i test senza la necessaria autorizzazione, per cui ne è stata disposta la chiusura.

Non rispettati i protocolli

Nel totale, i Nas hanno contestato 94 violazioni penali ed amministrative, per un ammontare di 145mila euro di sanzioni pecuniarie. Molte delle strutture ispezionate non solo sono risultate completamente abusive, ma è stato pure accertato come lo svolgimento di attività di prelievi ematici e biologici (tamponi) si svolgeva in ambienti non idonei e senza il rispetto delle norme anti-contagio, ovvero senza il rispetto dei prescritti protocolli.

I militari hanno pure smascherato l’allarmante fenomeno della vendita al dettaglio, presso farmacie, parafarmacie o addirittura in erboristeria e profumeria, di kit di analisi sierologiche anticorpali destinati al solo uso professionale sanitario e non adatti all’autodiagnosi, sequestrando 153 kit in tutta Italia.

Altro problema quello della omessa o ritardata comunicazione dei casi di positività emersi con le analisi. In un caso era stata pure avviata una campagna di screening della popolazione, affidata da alcuni Comuni ad un laboratorio, senza alcuna comunicazione preventiva all’Autorità sanitaria.