Teatro d’estate a Torrepaduli, tre le serate in programma nella frazione di Ruffano

615

Torrepaduli (Ruffano) – Sono tre gli spettacoli proposti dall’associazione Odv Kairòs nell’ambito della rassegna “Teatro d’estate a Torrepaduli”. “Viaggio nella storia per capire il presente e indirizzare il futuro” è il progetto finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito del Programma Straordinario 2018 in materia di cultura e spettacolo, Azione2.

Si parte domenica 4 agosto alle 20.30 presso largo San Rocco con “Il pasto della tarantola” dei  Cantieri Teatrali Koreja, una “degustazione teatralizzata” di prodotti tipici salentini con tre performance da 20 minuti rivolte ad un numero massimo di 30 persone (occorre prenotare al numero 328/2233833).

Lunedì 5 agosto, in collaborazione con Viviruffano, nell’ambito delle celebrazioni della Madonna della Neve in  località Zoccalio a Torrepaduli, sarà la volta di Factory Compagnia Transadriatica con lo spettacolo “Trip, Viaggio nel Salento tra Santi e Fanti”, con Angela De Gaetano e Fabio Tinella,  scritta e diretta da Tonio de Nitto. «Un altare votivo su cui 25 candele custodiscono 25 racconti su Lecce e il Salento, tradizioni, colori, sapori, personaggi illustri che hanno costruito il salentino. Un viaggio nel tempo, low cost, che ha il sapore di una pillola e l’efficacia di un juke box».

Pubblicità

Martedì 6 agosto ci si sposta in piazza D’Aragona, tra le più suggestive di Torrepaduli, con lo spettacolo “Iancu..un paese vuol dire”, di e con Fabrizio Saccomanno. «È soprattutto il racconto di un’epoca. Attraverso gli occhi di un bambino di otto anni – racconta l’autore (di Tuglie) – viene ricostruito il mosaico del ricordo: uno strano e deformato affresco di quegli anni nel profondo Sud. Un sud che oggi non c’è più, piazze e comunità che si sono svuotate e si sono imbarbarite, o sono state svendute».

Pubblicità