Taurisano, libri in città con un progetto finanziato dal Cepell e al primo posto in Italia

642
Bambini in biblioteca a Taurisano

Taurisano – Combattere la marginalità attraverso i libri: è quanto punta a fare il progetto “La lettura all’improvviso”, promosso dal Comune e finanziato dal Cepell (Centro per il libro e la lettura) con un importo di quasi 20mila euro.

Anziani, immigrati, diversamente abili e bambini sono i principali destinatari delle attività che verranno realizzate nel corso del progetto con il quale Taurisano si è piazzato al primo posto in Italia fra i Comuni da 5.001 a 15mila abitanti.

Libri in luoghi insoliti

“Il progetto nasce dalla duplice esigenza di rilanciare nella comunità taurisanese lo spirito di socialità e la propensione alla lettura. Abbiamo pensato di unire questi due campi d’azione e di farli interagire allo scopo di rafforzarli vicendevolmente”, spiega l’assessore alla cultura Katia Seclì.

Fare della lettura un’occasione di socialità e avvicinare ai libri anche i cosiddetti “lettori deboli” è l’obiettivo di questo progetto. Filo conduttore delle iniziative sarà l’idea di portare la lettura in luoghi insoliti e non istituzionali: piazze, associazioni, abitazioni private, così da raggiungere anche chi non frequenta i luoghi tradizionalmente deputati alla cultura.

Iniziative anche per i bambini

L’assessore Katia Seclì

Protagonisti delle azioni programmate i bambini, con una serie di appuntamenti pensati apposta per loro e che avranno luogo presso la biblioteca comunale “Antonio Corsano”. Il progetto porterà anche alla produzione di materiali quali libretti, spettacoli e dvd che entreranno a far parte del patrimonio culturale cittadino.

“La lettura all’improvviso” coagula intorno a sé una rete estesa di collaboratori, come sottolinea l’assessore Seclì: “Ringrazio le associazioni territoriali firmatarie del Patto per la lettura, l’istituto comprensivo Polo 1, l’istituto ‘Bottazzi’ di Taurisano, l’associazione Narrazioni che si occuperà del coordinamento dell’intero progetto, la libreria Idrusa di Alessano, il progettista Andrea Cacciatore e la bibliotecaria Maria Domenica Romano”.