Taurisano, il Pd lancia la sfida a Sindaco e maggioranza: “Confrontiamoci in piazza”

530
Francesco Damiano

Taurisano – Un’operazione verità per i taurisanesi e per la città: a chiederla è il Partito democratico, che chiama la Giunta Stasi a un confronto pubblico aperto per fare un bilancio dei tre anni di amministrazione e rispondere nel merito di quelle che dal Pd vengono definite “promesse disattese”.

La richiesta dell’incontro in piazza Castello, con i cittadini, è stata ufficializzata attraverso una lettera inviata dal Circolo Pd al Sindaco e a tutti i componenti della maggioranza. Richiesta ribadita anche nell’ultimo Consiglio comunale del 17 aprile. Si attende a questo punto la risposta da parte della Giunta.

I nodi della contesa sono numerosi, dalla mancata approvazione del piano urbanistico generale ai comparti edificatori bloccati, passando per la definizione dei confini territoriali fra Taurisano e Ugento, che – afferma il segretario del Circolo Pd e consigliere di minoranza Francesco Damiano – negli anni (già prima dell’insediamento della Giunta Stasi) ha fatto perdere a Taurisano 500 cittadini, emigrati d’ufficio a Ugento.

Pubblicità

In campagna elettorale Stasi aveva prospettato facili soluzioni – prosegue Damiano – e fatto pubblicamente una serie di promesse che ora vengono disattese con i fatti”. Oltre ai punti sopra citati, le altre “promesse disattese” contestate sono quelle di non percepire l’indennità di carica e non aumentare i costi dei servizi ai cittadini. “Finora, sempre secondo una promessa fatta alla vigilia delle elezioni, il Sindaco e due assessori avevano scelto di rinunciare all’indennità (che veniva invece percepita solo da due assessori). Ora una recente delibera di Giunta annulla tutto questo. Non contestiamo il fatto che la Giunta percepisca l’indennità, contestiamo che siano state cambiate le carte in tavola, facendo il contrario di quanto promesso”.

Il Sindaco Raffaele Stasi

Riguardo i costi dei servizi ai cittadini, nell’occhio del ciclone l’aumento della mensa scolastica e l’entrata in vigore del servizio scuolabus a pagamento. Su questi punti, come anche sugli “stipendi” della Giunta, Stasi aveva già fornito risposte, come si legge in un precedente articolo su Piazzasalento (qui). Ma Damiano ribatte a nome del Pd: “Una gestione dei problemi che ci sembra alquanto improvvisata”.

 

 

Pubblicità