Taurisano, Consiglio comunale senza emergenza Covid all’ordine del giorno: Pd e gruppo Tim protestano e disertano la seduta

1946
Gianluca D’agostino, Katia Seclì e Sonia Santoro

Taurisano – Nell’ordine del giorno del Consiglio comunale convocato per il pomeriggio di oggi 24 novembre (alle ore 15 in videoconferenza) manca il punto sulla gestione dell’emergenza Covid-19. Un punto che i consiglieri comunali del Partito democratico e di Taurisano in movimento (Tim) avevano invece chiesto di discutere, inoltrando formale richiesta scritta al Sindaco Stasi.

Per protestare contro il mancato accoglimento delle loro proposte, i consiglieri del Pd (William Maruccia, Valeria Carolì, Antonio Ciullo, Francesco Damiano) e di Tim (Santoro Sonia, Katia Seclì e Gianluca D’Agostino) hanno trasmesso una lettera congiunta al prefetto e allo stesso Sindaco per comunicare che non parteciperanno ai lavori della seduta odierna.

L’accusa: “Maggioranza opera senza coinvolgere cittadini e consiglieri”

Consapevoli che la nostra è certamente una scelta ‘estrema’ – scrivono i firmatari della lettera –, che malgrado tutto siamo costretti a fare (e che mai avremmo voluto prendere in considerazione), auspichiamo che almeno questa legittima manifestazione democratica di dissenso e questo nostro ‘silenzioso rumore’ nel Consiglio comunale odierno possano richiamare e modificare il comportamento del Sindaco Stasi, continuamente ‘autoritario’ nella gestione della res pubblica e certamente poco utile alla città che soprattutto in questo momento ha bisogno dell’impegno, delle competenze, delle idee, delle proposte e del lavoro di tutti i consiglieri comunali democraticamente eletti”.

Da Pd e Tim sottolineano inoltre come il tema dell’emergenza Covid rivesta “grande e attuale importanza per tutti i taurisanesi, dato il difficile e delicatissimo periodo che sta attraversando la nostra Città (con un numero altissimo di cittadini risultati positivi al Covid 19) e sui quali riteniamo essere necessaria, doverosa e non più procrastinabile, una aperta
discussione in Consiglio comunale”.

Anche per avere concrete risposte da parte della maggioranza – si legge ancora nella lettera – che, nonostante tutto, continua a ‘operare’ autonomamente, senza  alcuna informazione e coinvolgimento dei gruppi consiliari e ancor meno dei cittadini”. Infine, nella nota viene richiamato l’articolo 38 del regolamento sul funzionamento del Consiglio comunale di Taurisano, secondo cui il Sindaco ha l’obbligo di iscrivere al programma della seduta del Consiglio “le proposte di deliberazioni, mozioni, interpellanze e ordini del giorno presentate dai consiglieri comunali”.