Taurisano, con il Festival “Perduto amore” i disegni dei ragazzi per dire no alla violenza sulle donne

966
Le organizzatrici del Festival “Perduto amore”

Taurisano – Giunge alla sua ottava edizione “Perduto amore”, il festival nato dalla sinergia di tre associazioni di Taurisano – “Lavori in corso”, “Nuvole” e “Flauto magico” –, quest’anno rivisto per via delle restrizioni dettate dall’emergenza sanitaria in corso.

Per questo 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, sulla pagina Facebook del Festival verranno pubblicate le illustrazioni realizzate dagli alunni della scuola media di Taurisano nell’ambito dell’iniziativa “Di-segni d’amore”, organizzata in collaborazione con la dirigente scolastica e le professoresse Baglivo e De Pietro.

Lotta a stereotipi e pregiudizi

Il festival “Perduto amore” nasce con l’obiettivo di ribadire la lotta contro qualsiasi tipo di violenza ai danni delle donna, combattendo stereotipi e pregiudizi. Diverse le iniziative messe a punto nel corso del tempo per coinvolgere e sensibilizzare sul tema la cittadinanza: dai tavoli tematici alla cinematografia, passando per il teatro e la musica.

Le organizzatrici del Festival “Perduto amore”

Sosteniamo l’autodeterminazione della donna – afferma Roberta di Seclì, presidente di ‘Nuvole’ – e vogliamo raggiungerla senza utilizzare immagini di volti femminili sfigurati, etichette o luoghi comuni. Vogliamo combattere anche la cultura patriarcale e maschilista, vista l’insistente presenza di un linguaggio mediatico sempre più sessista e stereotipato”.

Mattia Chetta