“Sulle tavolate di Natale niente plastica, saranno più belle”: da Nardò l’appello di uno studioso di sostenibilità ambientale

556

Nardò – I problemi climatici, l’assedio della plastica, gli sfregi all’ambiente: seguendo il solco della pratica dei “piccoli gesti” che possono produrre grandi risultati, torna a farsi sentire con un invito-appello l’ingegnere Pantaleone Pagliula di Nardò, esperto di questioni energetiche.

La richiesta dell’ingegnere Pagliula è rivolta ai Sindaci del Comuni salentini “perché convochino appositi Consigli Comunali per  dichiarare  lo stato di emergenza climatica ed ecologica del nostro Pianeta, riconoscendo la lotta al cambiamento climatico e la transazione a una economia circolare e  sostenibile come la priorità assoluta dei prossimi anni”.

L’appello non riguarda però solo le istituzioni ma anche i cittadini, le associazioni con finalità ecologiche ed i sodalizi in genere: “Durante le feste di Natale e Capodanno non utilizziamo più piatti e stoviglie di plastica monouso. Le nostre tavole – dice lo studioso –  senza oggetti di plastica saranno più gioiose, colorate, ricche e ognuno di noi con questo deciso gesto plastic free contribuirà a dare un piccolo- grande contributo alla salvaguardia dell’ambiente in cui viviamo”.

L’ing. Pagliula, esperto in sostenibilità ambientale e studioso dell’Amazzonia (su questo tema ha di recente tenuto una relazione presso l’Università di Manouba in Tunisia), ribadisce infine che “la problematica dei cambiamenti climatici non deve essere più una questione esclusivamente per addetti ai lavori ma deve stare al centro della nostra vita come una questione sociale, persino costituzionale e ognuno di noi deve portare una quota di responsabilità e decidere da che parte stare “.

“Non ci possiamo permettere più – insiste Pagliula – di continuare a scaricare su qualcuno nel futuro questa emergenza e fare pagare ai nostri figli il danno provocato dal nostro egoismo e continuare ad aspettare che qualcuno, sordo a quello che da anni dice il mondo scientifico, decida per tutti noi”.

L’appello ai baby Sindaci  “La maggior parte dei nostri Comuni ha istituito Consigli comunali dei Ragazzi: sarebbe molto significativo che si convocassero Consigli comunali eletti dai ragazzi e Consigli comunali eletti dai cittadini  per deliberare insieme “ lo stato di emergenza climatica del nostro Pianeta””.

(nella foto l’ing. Pagliula intervistato dalla radio tunisina)