Successo del Carnevale aradeino: “Per quest’anno ci avete superato” ammette il Sindaco di Gallipoli

Per il futuro resta il problema legato alla disponibilità dei capannoni

6559

Aradeo – Finisce nel migliore dei modi la 31^ edizione del Carnevale Aradeino. A decretarne il successo è stato anche Stefano Minerva, presidente della Provincia e sindaco di Gallipoli, città simbolo del carnevale salentino. «Per quest’anno ci avete superato. Gallipoli ha fatto scuola. Omaggio a questa città. Il vostro carnevale è una forza che cresce ogni anno. Complimenti», ha affermato Minerva, presente alla sfilata conclusiva di martedì 5 marzo.

Il carro vincitore di quest’anno è stato “Circofollia” di Cartapestarte. Secondo è giunto “In un mare di social” di Quelli del Sabato sera, ma con pari merito del primo (la giuria ha discusso a lungo su chi dare il primo posto e si era anche orientata ad assegnare un ex aequo,  prima della decisione finale in favore di Cartapestarte). A seguire: “Danzando oltre il Male” di Stf Group e “Tentazione” di Valemy.

Al primo posto tra i carri di seconda categoria “La Corrida” dell’associazione “Vivi e lascia vivere” di Collemeto. Per i gruppi con lavoro in cartapesta sono prime “Le belle lavanderine” dell’associazione Artemi di Aradeo. Per i gruppi mascherati vincono ex aequo “I 30 anni della Sirenetta” di Magic Dance Academy – New Life di Aradeo e “Tutto Carrà” della New International Dance di Aradeo. Infine per le maschere singole è primo “Fico d’india” di Nardò.

Pubblicità

Scende così il sipario su un evento al quale hanno assistito, secondo le stime degli organizzatori, non meno di 20.000 spettatori (specialmente nella giornata di domenica), giunti anche da fuori provincia. Per Damiano Mascello ed i suoi formidabili collaboratori Ilenia Stifani, Stefano Marchese, Tonino Giaracuni, Salvatore Resta, Sara Marra e Valentina Stefanelli tanta passione ma anche la necessità di programmare per bene il futuro, per continuare a far crescere una manifestazione nella quale credono fortemente ma che potrebbe anche rischiare degli stop in futuro.

Anche per il sindaco Luigi Arcuti, per vari anni presidente dell’evento, il successo di quest’anno “deve essere la base di un progetto che va costruito fin da subito se si vuole davvero che Aradeo diventi davvero la città del carnevale alla pari di Gallipoli”. E il nodo principale da risolvere sono i capannoni, dove conservare le opere realizzate e costruirne le nuove. Per queste ultime due edizioni c’è stata la disponibilità di un imprenditore del luogo, Antonello Minerba, a concedere i locali. Ma per il futuro bisognerà capire come muoversi per dare stabilità al progetto ed assicurare per l’intero anno un luogo in cui i cartapestai possano lavorare alle loro creazioni.

 

Pubblicità