Sub 28enne di Racale ritrovato morto nel mare di Tricase Porto. L’ultimo suo post: “Ma quanto è immenso il mare! W la libertà”

24228

Tricase Porto –  Si sono concluse nel modo più tragico le ricerche del sub disperso ieri a Tricase Porto. Il corpo del 28enne Davide D’Alessandro, di Racale, è stato ritrovato intorno alle 10 di questa mattina dai sommozzatori dei vigili del fuoco e da alcuni amici che da ieri sera si sono uniti alle ricerche.

L’allarme è scattato nel tardo pomeriggio di ieri quando i familiari si sono rivolti ai carabinieri della locale stazione perché Davide, uscito in tarda mattinata per una battuta di pesca, non aveva più fatto ritorno a casa. Carabinieri, vigili del fuoco del distaccamento di Tricase, 118 e Guardia costiera hanno iniziato a perlustrare la zona nei pressi della’“Isola” di Tricase Porto, sul tratto di litoranea che conduce alla marina di Andrano.

Le ricerche

L’auto parcheggiata lungo la strada e il ritrovamento del pallone da sub hanno dato il via alle ricerche subacquee e alla corsa contro il tempo per tentare di salvare la vita del giovane. Le speranze si sono spente definitivamente con il recupero del corpo senza vita ad opera dei sommozzatori dei Vigili del fuoco di Bari. La salma è ora disposizione dell’autorità giudiziarie, prima di essere restituita alla famiglia per la celebrazione delle esequie. Il ragazzo è stato ritrovato adagiato sulla scogliera a circa 20 metri di profondità.

In uno degli ultimi post su facebook Davide ha scritto: «Ma quanto immenso è il mare quanto ci si sente liberi a stare in acqua??!! Vallo a spiegare a chi non lo vive tutto l’anno. W la libertà». Parole che oggi feriscono i tanti amici che da ore pubblicano foto e pensieri dedicati al giovane panettiere con la passione del mare. «Trovavi pace e serenità in quello che amavi definire sempre il grande blu, proprio quel mare che ha deciso di tenerti per sempre a sé. Buon mare anche da lassù», scrive un amico.