Strade dissestate a Taviano: «Ap, più rattoppi»

1375

Strade-dissestate-a-TavianoTAVIANO. Comune–Acquedotto pugliese 1 a 0, ma l’Amministrazione comunale non accetta la transazione di 150 ripristini viari e decide di proseguire nella denuncia.
Nei numeri scorsi di Piazzasalento avevamo dato notizia che il Comune di Taviano aveva denunciato l’Acquedotto pugliese per le strade dissestate e rattoppate alla meglio, sia a Taviano che a Mancaversa, dopo lavori di allaccio alla rete idrica e fognante. Alla denuncia del Comune, l’Aqp ha risposto, nei giorni scorsi, offrendo di provvedere – come transazione – a 150 ripristini viari. Il Comune, però, ha rimandato al mittente la transazione, decidendo di proseguire nella denuncia affiancando all’avvocato Mariassunta Garzia di Taviano, l’avvocato Luigi Quinto, conferendogli ampio mandato al fine di intraprendere ogni azione utile a difesa delle ragioni, dei diritti e degli interessi del comune compresa, ove occorra, l’eventuale chiamata in causa di terzi e per la procedura di accertamento tecnico preventivo.

Insomma l’Ente comunale vince il primo round della partita contro l’Aqp ma poi decide di andare avanti per ottenere un numero maggiore di ripristini. «Siamo intenzionati ad andare fino in fondo – dichiara il sindaco Carlo Portaccio – in quanto tutte le strade di Taviano e di Mancaversa sono ridotte a un vero e proprio colabrodo e la causa di questa situazione di dissesto stradale sta nei lavori non eseguiti a regola d’arte da parte dell’Aqp per allacci alla rete idrica e fognante».
Negli ultimi due anni sono stati molti i cittadini che si sono rivolti al Comune per ottenere un risarcimento per danni causati dalle strade dissestate alla propria vettura; altri hanno avuto danni personali perché sono scivolati e hanno avuto bisogno delle cure del Pronto soccorso.
Vicende che, purtroppo, non riguardano solo Taviano, ma anche altri paesi. Ora alcuni Comuni stanno per emulare Taviano per ottenere alcuni risarcimenti dall’Aqp. Insomma la storia continua.