Strade allagate e sporche a Presicce-Acquarica, l’associazione “Insieme” sollecita il commissario Sergi

Richiesta la pulizia di tombini e caditoie

1385

Presicce – Acquarica – Numerosi disagi hanno provocato le violente precipitazioni di questi giorni nell’abitato di Presicce-Acquarica. Si tratta di problemi ricorrenti da anni ogni volta che la pioggia è appena un po’ più insistente. A farsi portavoce dei vari problemi è l’associazione “Insieme” che ha inviato una nota pec al commissario straordinario Claudio Sergi al fine di “condividere le numerose segnalazioni ricevute dalla nostra associazione, relative ai disagi che le recenti piogge hanno creato a nostri concittadini in tutto il territorio comunale”.

Le segnalazioni 

Problemi ci sono stati ovunque ed in particolar modo in via Foscolo (località Presicce) e in via Vanini, per la Cittadella della salute (località Acquarica). Molte le strade invase da acqua e fanghiglia con allagamenti in garage e scantinati e in alcuni casi anche abitazioni. «Alla luce delle segnalazioni raccolte – ha scritto “Insieme” – riteniamo pertanto urgente un intervento manutentivo da effettuare attraverso un’attività di pulizia di chiusini e caditoie dei tombini, in molti casi ostruiti da fogliame, erba o altro materiale sedimentato, e delle condotte fognarie, al fine di evitare che episodi come questi si ripetano».

“Immondizia, erba e buche per le strade”

Le ultime segnalazioni fanno seguito ad altre che negli scorsi giorni facevano riferimento allo stato di incuria e abbandono in cui versano diverse zone del territorio comunale: da ciò la richiesta di intervenire per ripulire le zone critiche dalla presenza di erba alta e immondizia, presenti anche lungo alcune strade comunali, “le quali, a loro volta, presentano in diversi tratti un manto stradale in condizioni a dir poco precarie”.

Il finanziamento dalla Regione

Una soluzione è quella di un intervento strutturale per il miglioramento della rete fognaria pluviale per il quale, nel febbraio 2019, il Comune di Presicce ha pure ottenuto un finanziamento regionale per un importo di 800mila. Al momento gli uffici competenti sono alle prese con la predisposizione della relativa gara d’appalto ed i lavori potrebbero iniziare entro la prima metà del 2020.