Statale 275, entusiasmo con cautela nei commenti del giorno dopo: “Ora si accelerino i tempi per l’opera”

1377

Tricase Statale 275

Tricase – Il giorno dopo la storica decisione della Giunta della Regione Puglia, che ha approvato il tracciato del secondo lotto della SS 275 Maglie-Santa Maria di Leuca, i commenti sono all’insegna dell’entusiasmo.

Pur se da più parti si legge cautela e si richiama a spingere verso l’effettiva realizzazione di quest’opera, per evitare che il traguardo raggiunto resti solo sulla carta.

Vince l’opzione 3

Come approvato dalla Regione, il tracciato del secondo lotto, che dalla zona industriale di Tricase-Montesano Salentino arriva a Leuca, prevede l’adeguamento dell’attuale sede della SS 275 con una variante in corrispondenza della frazione di Lucugnano, in modo da interessare solo marginalmente il territorio di Specchia.

Si tratta della cosiddetta opzione 3, proposta da Anas e scelta per superare le divisioni fra la posizione di Tricase (arroccata sull’opzione est) e quella degli altri Comuni del Capo di Leuca, che si erano invece espressi a favore di un passaggio a ovest, con un attraversamento nell’abitato tra Lucugnano e Tricase.

“È giunto il tempo del fare in tempi brevi e certi”

La decisione della Giunta regionale è accolta con grande soddisfazione dal Partenariato sindacale, datoriale e professionale della provincia di Lecce, che in una nota scrive: “Grazie al proficuo lavoro da parte di tutte le istituzioni chiamate in causa e all’impegno dell’assessore ai Lavori pubblici della Regione Puglia, Giovanni Giannini, sembrerebbe che, questa volta, per la SS 275 sia giunto il momento per un compiuto iter procedurale, che tiene conto, oltre che delle necessità sociali ed economiche del territorio, anche di quelle paesaggistico/ambientali”.

L’assessore Giovanni Giannini

E più avanti: “È giunto il tempo del fare in tempi brevi e certi! Infrastrutture e logistica devono viaggiare insieme: la SS 275 rappresenta il volano di sviluppo economico e sociale per il nostro territorio. Uno snodo importante per connettere il Capo di Leuca in modo dignitoso e sicuro con le poche infrastrutture oggi presenti sul nostro territorio”.

Il Partenariato, inoltre, si impegna a monitorare l’iter di realizzazione dell’opera, e a tal scopo organizza un incontro pubblico per il 28 ottobre (ore 11) presso la Camera di Commercio di Lecce. Un incontro cui hanno già confermato la loro presenza l’assessore Giannini e il sottosegretario al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Salvatore Margiotta.

Abaterusso: “Svolta in un’odissea che dura da troppi anni”

Ernesto Abaterusso
Ernesto Abaterusso

Per il presidente del Gruppo consiliare LeU/I Progressisti Ernesto Abaterusso (originario di Patù) la decisione sul secondo lotto della SS 275 “è la dimostrazione palese dell’attenzione che la Regione ha tanto verso il territorio, quanto verso il tema della viabilità”.

“Per chi come me si è battuto in tutte le sedi istituzionali – prosegue Abaterusso – affinché questa infrastruttura vedesse la luce (l’allungamento del tratto da Montesano a Leuca e il suo finanziamento, pari a 40 miliardi di lire, è frutto di un ordine del giorno che porta la mia firma e che fu approvato durante la finanziaria del Governo D’Alema nel 1999) e che sin dall’inizio della legislatura ha seguito incessantemente la vicenda, sollecitando il Governo regionale per portare a casa l’inizio dei lavori, oggi è un grande giorno. Possiamo dire che una prima parte di quella promessa fatta ai salentini è diventata realtà”.

In tanto entusiasmo, il finale è un richiamo a non abbassare la guardia: “Ora però bisogna mantenere alta l’attenzione e accelerare i tempi per la realizzazione e il completamento in tempi certi di un’opera strategica che la Puglia e il Salento attendono da troppo tempo”, conclude Abaterusso.

Palese: “Passo in avanti, ma per realizzare l’opera serve un commissario”

Rocco Palese
Rocco Palese

Non tarda e esprimersi neppure l’onorevole di Forza Italia Rocco Palese (di Presicce-Acquarica), che ribadisce una posizione espressa anche in precedenza: “Se verrà confermato dai fatti che c’è una decisione definitiva sul tracciato del tratto finale della nuova Statale 275 Maglie-Leuca, sarà stato fatto un piccolo passo avanti. Ma posto che l’opera è strategica, sia perché considerata tale dallo Stato, sia perché fondamentale per evitare l’isolamento del Basso Salento, occorre attivare quanto previsto dallo ‘Sblocca-cantieri’ e nominare un commissario per garantire ai cittadini che l’opera sarà finalmente realizzata”.

“Un’opera tanto attesa e tanto strategica – aggiunge Palese – non può essere certo lasciata né nelle mani della Regione, che cofinanzia per oltre la metà dei 288 milioni di euro disponibili, ma che ci ha messo 15 anni a prendere una decisione; né tantomeno nelle mani dell’Anas, responsabile del clamoroso disastro a cui abbiamo assistito negli ultimi anni”.

E conclude: “Il Governo, quindi, attivi le procedure previste dallo ‘Sblocca-cantieri’ per le opere strategiche e nomini un commissario che apra finalmente i cantieri. Si segua qualsiasi tracciato si vuole seguire, ma si faccia finalmente la strada”.

.