Sport, i compagni di Zanardi portano la staffetta paralimpica in Salento: nel segno di Alex verso Leuca

763
Alex Zanardi

Santa Maria di Leuca – Mentre Alex Zanardi lotta ancora tra la vita e la morte, i suoi compagni di viaggio hanno deciso di proseguire la staffetta paralimpica di Obiettivo Tricolore che si concluderà con le ultime tappe di Porto Cesareo, Santa Cesarea Terme e Santa Maria di Leuca nella due giorni tra il 27 e il 28 giugno.

Un forte segnale di resilienza che incarna perfettamente la mentalità vincente di un campione che, nel corso della sua vita, ha saputo tramutare le difficoltà in opportunità con il sorriso sulle labbra.

Zanardi campione di vita e di sport

In seguito al grave incidente di Pienza che ha scosso il mondo dello sport, Zanardi versa ancora in condizioni critiche e, in questo momento, è in coma farmacologico dopo l’operazione chirurgica avvenuta presso l’ospedale di Siena.

L’ex pilota di Formula 1 e pluricampione olimpico era atteso a Porto Cesareo in piazza Nazario Sauro il 27 giugno alle ore 18. Zanardi avrebbe dovuto iniziare la sua corsa nella mattinata di domenica 28, per portare il testimone a Santa Cesarea, in piazza delle Terme. Al suo posto ci penseranno i suoi compagni a completare la staffetta, che vedrà come ultima meta piazza Giovanni XIII a Leuca, con arrivo intorno alle 16.

Gli atleti paralimpici avranno il compito morale di terminare la staffetta ideata dal campione bolognese. La moglie Daniela e il figlio Niccoló si sono detti orgogliosi per la voglia dei compagni di Zanardi di non mollare in un momento così difficile. La manifestazione mira a reclutare, avviare e sostenere persone disabili all’attività sportiva offrendo una guida e attrezzatura in comodato d’uso gratuito.