Spongano: libri, teatro e musica all’ipogeo Bacile per la rassegna “Fortezza in opera”

643
L’ipogeo Bacile

Spongano – Avrà inizio il 7 aprile “Fortezza in opera – anno terzo Diversità”, stagione multidisciplinare di teatro, musica e letterature, all’interno dell’ipogeo Bacile – teatro sotterraneo.

Pierluigi Mele

La rassegna si apre con due appuntamenti. Alle 18.30 la presentazione del libro “La luna adesso” di Pierluigi Mele, con il quale dialogherà Maria Domenica Muci, curatrice di “Letture sotterranee, rassegna di libri e letterature”. A seguire, alle ore 20, il concerto “Cantico del tempo e del seme”, dedicato a Girolamo Comi nel 51esimo anniversario della morte: sul palco l’orchestra “Nuova musica” del Conservatorio “Tito Schipa” – Dipartimento di archi.

Musica e versi. L’orchestra eseguirà dei brani per accompagnare i versi di Girolamo Comi, che saranno declamati dall’attore e regista Salvatore Della Villa. Le musiche sono di Vito Cataldi e Giuseppe Gigante, docenti del Conservatorio “Tito Schipa”; di Daniela Monteduro, docente del Conservatorio “Duni” di Matera; di Huiying Huang, allieva del biennio di composizione del Conservatorio “Tito Schipa”; del compositore e musicista Gianluigi Antonaci. L’orchestra “Nuova musica” è composta dai docenti Flavio Caputo, Annalisa Monteduro (violini), Paolo Ferulli (violoncello), Fulvio Panico (percussioni), Alessandra Targa (arpa), ed è integrata dagli allievi del conservatorio.

Pubblicità

La stagione teatrale e musicale all’ipogeo Bacile, diretta dalla Compagnia Salvatore Della Villa, prevede un cartellone di 6 spettacoli di teatro contemporaneo, musica, reading e 3 presentazioni di libri.

Salvatore Della Villa

Prossimi appuntamenti con il teatro. “L’uomo che cammina nudo”, il 12 maggio con Mauro Racanati (messa in scena della vita dell’artista Pino Pascali, morto in un incidente in moto appena due mesi dopo l’accoglienza alla Biennale di Venezia nel ’68, che lo aveva indicato fra gli artisti più interessanti dell’epoca). Seguirà il 19 maggio “La Confessione”, di Marco Politi con Alfredo Traversa, primo spettacolo in Italia che racconta la condizione di un sacerdote omosessuale. Il 28 aprile e il 16 giugno in scena invece gli allievi della scuola di teatro “La macchina attoriale” con “Stravaganze” e “Ho scelto te perché non avevo altro”. A chiusura della stagione, il 30 giugno, lo spettacolo della Compagnia Salvatore Della Villa “Contrada Cappuccini”, su testi del poeta Ercole Ugo D’Andrea (originario di Galatone).

Presentazione di libri. Dopo il romanzo di Pierluigi Mele, la rassegna, continuerà il 12 maggio con “A come antropologia” di Eugenio Imbriani (Progedit). Il 26 maggio sarà poi la volta di “Repútu per lle chiazze salentine” di Giovanni Leuzzi (Mario Congedo Editore. Qui la recensione).

Info: Teatro sotterraneo – ipogeo Bacile (piazza Bacile) – Compagnia Salvatore Della Villa 329.7155894 – 327.9860420. Ingresso gratuito.

Pubblicità