Spongano, Franco Merico racconta “I migranti pionieri” nel primo appuntamento della rassegna “Incontri”

1330
Il Sindaco di Spongano Gigi Rizzello

Spongano – Con la presentazione del libro “I migranti pionieri” (Besa editrice) del prof. Franco Merico, docente di sociologia presso l’Università del Salento, avrà inizio il 12 dicembre la rassegna culturale “Incontri”, promossa dall’Amministrazione comunale. L’appuntamento è per le ore 18  presso il Centro di aggregazione giovanile in via Pio XII. Dialogherà con l’autore il prof. Corrado Corvaglia, docente di lettere classiche presso il liceo Capece di Maglie. Nel predisporre gli appuntamenti successivi, l’Amministrazione terrà conto anche delle sollecitazioni e delle proposte provenienti dal territorio.

Il libro. Da anni il prof. Merico conduce studi sulle migrazioni italiane all’estero e sul ritorno dei migranti nei paesi di partenza. Suoi i testi “Sociologia dei processi migratori” (2010), e “Una lunga protesta silenziosa” (2013). Dal 2009 è presidente dell’associazione “Salento Crocevia”, con la quale sono stati organizzati convegni, seminari e conferenze sul tema delle migrazioni in Puglia e nel Mediterraneo. «Il volume – si legge in quarta di copertina – rappresenta un omaggio ai migranti pugliesi della prima generazione che attualmente sono residenti in molte nazioni d’Europa e del mondo ma che conservano un legame profondo con la Puglia. Nel libro si mette bene in evidenza l’importanza del contributo allo sviluppo economico e sociale della regione da parte di questa generazione che oggi è diventata anziana e in parte è scomparsa. Attraverso il racconto autobiografico di ventisei emigranti pugliesi che hanno vissuto in varie parti del mondo, il volume si pone come una narrazione corale destinata alla lettura da parte di tutti i pugliesi, soprattutto i più giovani, che non hanno avuto esperienza diretta della grande epopea migratoria».

Obiettivo della rassegna è la volontà di incentivare la lettura per tutte le fasce d’età, creando momenti di  riflessione, dialogo e  confronto. Così il Sindaco Gigi Rizzello mette in evidenza il senso dell’iniziativa: «Un’offerta culturale, poetica e artistica, che rappresenta un’opportunità di confronto e conoscenza per tutta la nostra comunità. Un’occasione per rinnovare valori culturali e sociali»