“Spigolature parabitane”, Daniele Greco racconta la città in un nuovo libro (che sembra antico)

844
Il giornalista Daniele Greco

Parabita – Copertina e pagine volutamente gialle, foto retinate per dare l’idea della stampa “limitata” dell’epoca: si intitola “Spigolature parabitane. Zibaldone di personaggi, fatti e storie”, il quinto libro scritto dal giornalista Daniele Greco di Parabita.

L’idea dell’opera è nata per caso sulla rete, anche per contrastare la noia del lockdown primaverile. Visivamente il volume ha uno stile retrò, come se fosse riemerso dopo un secolo da un vecchio cassetto.

Viaggio nella memoria della comunità

La copertina del volume “Spigolature parabitane”

Il lavoro di Greco racconta e illustra vicende appartenenti al passato di una Parabita che ha saputo coltivare nel tempo eccellenze in diversi campi del sapere.

Tra gli argomenti affrontati, i personaggi e i luoghi di cui si racconta, spiccano: monsignor Aldo Garzia, “il vescovo di Parabita”; piazza Umberto I, cuore e salotto di una Parabita che non c’è più; monsignor Gaetano Fagiani, l’instancabile arciprete, prelato domestico di Sua Santità; le chiavi della città alla Vergine del Monolito: secondo  atto di devozione ‘ufficiale’ dei parabitani, 71 anni dopo il primo.

Tutto questo rappresenta un esperimento di marketing – precisa Daniele Greco – adottato su internet per via dell’emergenza. Il volume è stato partorito e diffuso nella rete e dovrebbe essere il primo di una trilogia. L’idea di redigere un libro datato come se non fosse stampato nei giorni nostri già c’era, ora è semplicemente diventata realtà, grazie anche all’insistenza e alla curiosità  di molti utenti della rete e lettori”.

Info

A causa dell’attuale situazione sanitaria non è prevista al momento la presentazione ufficiale del volume.

Gli interessati potranno richiedere ulteriori informazioni o ritirare una copia del libro, contattando l’autore telefonicamente al 347/5914219 o inviandogli un messaggio tramite Messenger.