Specchia: il borgo si accende per le feste con il concerto della Vigilia, il presepe e una mostra di vecchi giocattoli

2713

Specchia – Dalla Vigilia al Natale, e oltre, il borgo di Specchia si accende di luci, musica e tradizioni per riscaldare il periodo delle feste.

Vincenza De Rinaldis

Martedì 24, dalle ore 18 a sera, gran concerto della vigilia con lo spettacolo musico-teatrale a cura dell’accademia d’arte Thymòs, con la direzione artistica di Enza De Rinaldis. In serata anche l’accensione della focareddha, la consegna dei doni ai bambini, pittule e vin brulé. La serata è organizzata da Pro loco e Amministrazione comunale.

Il presepe vivente (e artistico) nel borgo vecchio

Tutto pronto per l’ormai tradizionale presepe vivente nel borgo, che giunge quest’anno alla sua 12ma edizione. A organizzarlo sono l’associazione culturale e sportiva “Eugenia Ravasco”, il Comune e la parrocchia Presentazione della Vergine Maria.

Il presepe vivente a Specchia sarà aperto al pubblico il 25, 26 e 29 dicembre, l’1, 5 e 6 gennaio, dalle ore 17,30 alle 21 (il 6 gennaio apertura anticipata alle 16 con la celebrazione dei vespri e l’arrivo dei Re Magi). Ai bambini che visiteranno il presepe verrà offerta una “dolce sorpresa” preparata dal pluripremiato pasticciere Giuseppe Zippo.

Tante le chicche che quest’anno arricchiscono il presepe vivente. Ci sono gli spettacoli teatrali il 25 e 26 dicembre (recital “Brilla la stella”) e l’1 e 6 gennaio (commedia “Gianni Schicchi”), con gli allievi di Thymòs e Spazio teatro, per la regia di Rosangela Giurgola e sotto la direzione artistica di Vincenza De Rinaldis. E poi zampognari (26 dicembre), cantastorie (il 29) e un angelo trampoliere (il 5 gennaio). Oltre al presepe vivente c’è anche quello artistico, realizzato da Nicola Cacciatore con 100 statuine esposte in una vecchia ex locanda in piazza del Popolo (apertura fino al 2 febbraio dalle ore 17 alle 22, nei festivi anche dalle 8 alle 12).

Mostra di giocattoli d’epoca a Palazzo Risolo

Mostra di giocattoli d’epoca

A Natale si torna tutti un po’ bambini e fino all’8 gennaio al palazzo Risolo si può visitare la mostra di giocattoli d’epoca “La memoria giocosa”, per un viaggio nel tempo attraverso bambole e simili.

Organizzata dalla Pro loco, la mostra espone oggetti che fanno parte della collezione privata Pierluigi De Castro. Apertura dalle ore 18 alle 21.