Spaccio di droga ma non solo: arresti a Casarano, Ruffano, Taviano e dintorni. Controllate quasi 700 persone

1942
Carabinieri Compagnia di Casarano

Casarano – Diversi arresti e deferimenti all’autorità giudiziaria sono stati eseguiti negli ultimi giorni da parte dei carabinieri della Compagnia di Casarano. In città un 28enne è stato sorpreso con 5,8 grammi di eroina, un bilancino elettrico e materiale vario utile per il confezionamento delle dosi: per lui è scattato il deferimento all’autorità giudiziaria.

Altre denunce per una coppia di bulgari sorpresi dai militari nello smaltire cumuli di rifiuti urbani nelle pertinenze della propria abitazione; per un 49enne è stato trovato fuori dalla propria residenza malgrado fosse ristretto agli arresti domiciliari; per un 30enne sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento in prova sorpreso però dai carabinieri in compagnia di altri pregiudicati, violando in tal modo gli obblighi impostigli. Un 56enne è stato, invece, sorpreso nel rubare vari ortaggi da un appezzamento di terreno; un 17enne è stato fermato per il possesso ingiustificato di un coltello a serramanico.

Arresti a Taurisano e Ruffano

A Taurisano è scattato l’arresto in carcere per un uomo riconosciuto colpevole di vari reati commessi in diversi paesi del centro e sud Salento, dal 2011 al 2017, per i quali dovrà scontare una pena residua di quattro anni, quattro mesi e dieci giorni di reclusione: si va dalla falsità materiale commessa da privato, contraffazione delle impronte di una pubblica autentificazione o certificazione, violazione colposa dei doveri inerenti la custodia di cose sottoposte a sequestro.

A Taviano è stato arrestato e condotto presso la Casa circondariale di Borgo San Nicola a Lecce un 49enne, già ai domiciliari per altra causa, accusato di atti persecutori (minacce verbali e aggressioni fisiche) nei confronti della convivente (i fatti risalgono allo scorso settembre). Una donna ospite di una casa famiglia di Presicce-Acquarica (località Presicce) è stata arrestata in virtù di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Matera in quanto riconosciuta colpevole dei reati di maltrattamenti in famiglia, rapina e tentata estorsione commessi dal marzo all’agosto scorsi ai danni dei propri genitori a Scanzano Ionico (Matera).

19enne di Taviano spaccia nei giardini pubblici di Casarano

Carabinieri Casarano

A Ruffano un 29enne è stato deferito in stato di libertà perchè trovato, senza giustificato motivo, con un coltello da cucina con lama da 34 centimetri ed un 32enne perchè non trovato nella propria abitazione dai militari malgrado fosse agli arresti domiciliari.

Altro deferimento per un 19enne di Taviano colto nei carabinieri nel cedere dello stupefacente ad un altro giovane presso i giardini pubblici di Casarano (in casa aveva tre involucri con sei grammi di marijuana).

Omissione di soccorso dopo un incidente

A Racale un 41enne causa un incidente stradale e poi scappa senza soccorrere la persona rimasta ferita: una volta identificato dai carabinieri è stato deferito in stato di libertà.

A Ugento in tre sono stati deferiti all’autorità giudiziaria perchè, in concorso tra loro, ritenuti responsabili della costruzione di una fabbricato abusivo. Sempre ad Ugento una donna è stata individuata quale autrice del furto di un portafogli avvenuto all’interno di un supermercato del paese.

I controlli stradali

A Parabita un uomo è stato deferito per aver esibito ad un posto di blocco una patente di guida risultata rubata presso la Motorizzazione civile di Taranto nel 2009 e poi modificata: lo stesso soggetto è stato accertato non aver mai conseguito il titolo di guida.

Nel totale, i militari della Compagnia di Casarano hanno segnalato alla Prefettura sette giovani per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti. Nel corso delle varie operazioni,  sono stati controllati 527 mezzi e 673 persone.