Spaccio di droga, furti e uomini violenti: cinque arresti e sei denunce da parte dei carabinieri

808

Gallipoli – Spaccio di droga ma non solo nel mirino delle ultime operazioni condotte dai carabinieri nelle ultime ore. I militari della Stazione di Ugento hanno eseguito a Racale e Alliste due provvedimenti restrittivi della libertà, emessi dal Gip del Tribunale di Lecce a carico di due uomini (F.C. e A. S. le loro iniziali) poiché ritenuti responsabili dei reati di rapina pluriaggravata e lesioni personali in concorso commessi a Ugento il 17 ottobre, Taviano il 19 e Melissano il 25 ai danni di tre anziane rapinate per strada.

A Taurisano un uomo è stato arrestato (e posto ai domiciliari) per aver violato il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati da una donna con la quale aveva avuto un rapporto sentimentale poi degenerato. La vittima è stata costretta, nel corso del tempo, a mutare le proprie abitudini di vita per evitare le intrusioni dell’uomo.

Trovato in piazza e non ai domiciliari

Un uomo di Parabita è stato deferito in stato di libertà perchè trovato in piazza, e pure in compagnia di un pregiudicato, malgrado fosse in regime di detenzione domiciliare autorizzato ad uscire fuori solo in un determinato orario per eseguire attività fisica riabilitativa.

A Muro Leccese un pregiudicato di 24 anni (E.C.) è stato deferito in stato di libertà perchè trovato in possesso di 49 grammi di marijuana, dieci di hashish e materiale vario per il confezionamento delle dosi. Ad Ugento, invece, un uomo è stato trovato in possesso di due involucri contenenti complessivamente 44 grammi di marijuana.

Donna ruba mobili da una casa vacanza

A Ruffano una donna è stata deferita per essersi appropriata indebitamente del mobilio e degli elettrodomestici presenti all’interno dell’abitazione estiva che hanno preso in affitto in una località del basso Salento.

A Casarano un uomo del posto è stato deferito all’autorità giudiziaria per essersi rifiutato di sottoporsi agli esami per accertare l’assunzione di alcol o droghe dopo un sinistro stradale con ferito. Sempre in seguito ad un sinistro stradale, a Ruffano una donna del posto è stata trovata positiva all’assunzione di alcol con un tasso pari a 1,5 grammi per litro.

A Porto Cesareo i carabinieri hanno posto agli arresti domiciliari il 38enne A.S. dovendo espiare la pena di un anno e undici mesi per il reato di omicidio stradale sotto effetto di stupefacenti commesso nel 2016 in paese.

Altro arresto, questa volta in carcere, per il 34enne di Alessano M.F. perchè responsabile del reato di usura aggravata e continuata commesso dal 2005 al 2010 a Ruffano: la pena da scontare è di cinque anni di reclusione.

Nel totale, in questi ultimi giorni sono stati controllati 307 veicoli e 253 persone da parte del personale dell’Arma.