Spacciatore con il reddito di cittadinanza e 625mila euro in casa: la Polizia lo trova dopo l’arresto di un commerciante

2256

 Taviano – Beneficiava del reddito di cittadinanza ma grazie allo spaccio di droga poteva disporre di una somma, in contanti, pari a 625mila euro. Questa la scoperta degli agenti del Commissariato di Taurisano che, insieme alle unità cinofile di Brindisi, hanno perquisito l’abitazione di un 39enne di Taviano, già noto alle forze dell’ordine.

La Polizia sospettava che l’uomo fosse il responsabile della cessione di sostanze stupefacenti in favore di un commerciante incensurato di un comune del Basso Salento, arrestato lo scorso 27 settembre perché in possesso di un rilevante quantitativo di droga.

La perquisizione

La minuziosa perquisizione estesa anche ad altre abitazioni nella disponibilità del 39enne di Taviano, ufficialmente senza reddito e per questo fruitore del “reddito di cittadinanza”, ha consentito il rinvenimento e il sequestro di una somma di denaro contante pari ad oltre 625.000 euro. L’ingente somma era stata abilmente occultata all’interno di un’abitazione occupata in prevalenza dalla madre del soggetto in questione, pure lei beneficiaria del reddito di sostegno.

Tutto quanto ritrovato è stato sottoposto a sequestro insieme al materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi da spacciare. L’uomo è stato deferito all’autorità giudiziaria.