SOStieni Piazzasalento; avete ancora due mesi per allungare la vita al giornale. Ecco come hanno fatto… AGGIORNATO

1421

“Quello che abbiamo potuto fare lo abbiamo fatto. Ora tocca a voi”. Con queste poche parole, alla vigilia del compimento del decimo anno di vita, l’editore ha lanciato nel giugno scorso il messaggio. Allora c’erano ancora sei mesi di tempo per allungare la vita al tuo giornale. Adesso ne sono rimasti appena due ma tanto ancora si può fare (l’Iban è in fondo).

Nonostante il Covid, anzi proprio perché c’è questa pandemia. Alcuni di voi che vi nutrite di questa informazione locale, senza trascurare il contesto generale, ha letto ed ha provveduto. Come promesso, ve ne rendiamo conto. Ma non basta ad “allungare la vita” a piazzasalento.it e a soddisfare ogni giorno, ad ogni ora, il vostro diritto ad essere informati, a conoscere come stanno le cose, a leggere notizie, servizi, inchieste ed i vostri stessi comunicati e lettere.

Tutto ciò, come potete facilmente immaginare, ha un costo. Provate alla fine di un articolo, a pensare a quante persone ci hanno lavorato, dal corrispondente al redattore, al gestore del sito, con consumi elettrici, telefonici, di connessione, di server, di materiali…

A tutto ciò, ai lettori RESPONSABILI, abbiamo chiesto di dare una mano per andare avanti come voi stessi, ogni giorno, dimostrate di volere. I lettori del giornale continuano a crescere, dopo una espansione precedente che chiamare brillante è poco.

Vi ricordiamo quei formidabili risultati. Nel 2018 piazzasalento.it è stato visitato da 943.000 utenti, nel 2019 sono stati 1.478.000! Un incremento del 56%, una tendenza in crescita netta. Il 75% del pubblico del portale di Piazzasalento ha tra i 25 ai 54 anni d’età. 

Nel 2018 sono state 3,4 milioni le pagine del portale sfogliate dagli utenti. Nel 2019? Più di 7 milioni: il doppio! Le notizie lette sono cresciute più degli utenti, cosa significa? Che ogni lettore in media ha sfogliato più pagine dell’anno scorso, tornando sul portale, rendendolo un’abitudine quotidiana. Come il caffè.  

Un’ azienda e due società cooperative hanno preferito utilizzare il giornale come veicolo per le loro attività. Va bene anche così. Vi aspettiamo

Per sostenere il vostro-nostro giornale, ecco l’Iban:

UNICREDIT
IBAN: IT74H0200879671000101272821
INTESTATO A INDRA SRL, EDITRICE DI PIAZZASALENTO.IT.
CAUSALE: CAMPAGNA DI SOSTEGNO A PIAZZASALENTO.

Ve ne daremo ovviamente conto. Ecco un aggiornamento su contributi&pensieri.

******

Egregio Direttore,

le comunico con soddisfazione che la nostra associazione ha ritenuto doveroso partecipare alla campagna “Sostieni Piazzasalento”. Un piccolo contributo che vuole testimoniare la nostra riconoscenza nei confronti del giornale e di quanti vi si dedicano, e un incoraggiamento per continuare a impegnarsi nella comunità, per la comunità.

Un abbraccio da parte di tutti noi e buon proseguimento di lavoro.

Associazione Interferenze – Alezio

******

Caro direttore,

una piccolissima goccia spero sia utile a fare sopravvivere una voce fondamentale per la nostra terra.

In bocca al lupo, con stima.

Giorgio Toma – Sindaco di Matino

******

Gentilissimo Direttore D’Aprile,

anzitutto vivissime congratulazioni per il traguardo raggiunto: dieci anni di infaticabile impegno per rendere visibile ad una folta schiera di visitatori le piccole e grandi vicende della nostra realtà salentina meritano un plauso corale e convinto. Come Associazione Autori Matinesi e in particolare come Centro Studi “Aldo Bello” siamo riconoscenti per il Suo lavoro svolto con grande professionalità e capacità di coinvolgimento, nella comune consapevolezza del valore della cultura e dell’informazione, che ne rappresenta un indispensabile veicolo e strumento.

Il Salento necessita, oggi più di ieri, di organi di informazione che sappiano rappresentare le piccole ma significative esperienze di vita associativa a tutela e promozione del patrimonio storico e culturale delle nostre realtà locali.

Piazzasalento si è distinta nel corso degli anni per aver dato, unica nel circondario di Gallipoli e del Sud Salento, degna risonanza alle tante iniziative che si sono succedute (mi piace ricordare il Premio di giornalismo intitolato alla memoria di Aldo Bello), che denotano vivacità culturale, voglia di riscatto, volontà di promuovere e valorizzare le molteplici risorse del territorio, da quelle ambientali, finora poco esplorate e meritevoli di una sempre maggiore attenzione, a quelle umane e professionali, che Lei, caro Direttore, ha saputo scovare, coltivare e collocare su livelli sempre più alti di visibilità.

La ringraziamo per il lavoro profuso in tutti questi anni e ci auguriamo con tutto il cuore che il Suo impegno e quello del Suo gruppo di redazione possano prolungarsi negli anni futuri a beneficio delle popolazioni del nostro amato Salento.

Le inviamo un piccolo contributo simbolico quale attestazione concreta e visibile per la quantità e la qualità del lavoro da Lei svolto in questo decennio.

Con affetto e gratitudine.

Matino, 13 novembre 2020

Cosimo Mudoni – Presidente Ass. Autori Matinesi/Centro Studi “Aldo Bello” – Matino