Gallipoli – Continuano a piovere pronunciamenti giudiziari che sospendono, con altrettante ordinanze cautelari, lo smontaggio dei lidi alla scadenza naturale della concessione edlizia e dell’autorizzazione paesaggistica. Le ultime riguardano stabilimenti balneari di Gallipoli e Porto Cesareo. Di quest’ultima località sono i lidi Leucasia, Samanà beach, Fly, Myconos; di Gallipoli Punta della suina, Spiaggia club, Zeus beach, Cotriero, Holiday beach, La bussola.

Il principio riaffermato in questi passaggi dal Tribunale amministrativo regionale di Lecce è che il Comune non può ordinare lo smontaggio dello stabilimento se il titolare ha presentato istanza di mantenimento non ancora evasa, con l’iter non ancora concluso. E questo indipendentemente dall’entrata o meno in scena della soprintendenza. Lo chiarisce con una nota l’avvocato Alessandro De Matteis, che ricorda inoltre che tale principio è stato pronunciato dal Tar di Lecce il 14 dicembre dell’anno scorso, a seguito di sue cinque istanze, tutte con sospensiva cautelare, due delle quali giunte a sentenza in questi giorni.

 

Pubblicità

Commenta la notizia!