Siracusa premia l’arte e la passione di Mariastella Parrotto, ricamatrice di Parabita

1999

Parabita – Passione e impegno sono gli elementi che contraddistinguono la professionalità della ricamatrice Mariastella Parrotto, seconda classificata nell’ambito della mostra-concorso ”La rosa più bella” svoltasi nei giorni scorsi a Siracusa.

Ad organizzare la manifestazione è stata l’associazione siciliana “Mani d’oro” onlus – museo delle opere in filo” di Solarino, presieduta da Lucia Mangiafico. La ricamatrice di Parabita ha esposto un  ventaglio di rose, eseguito con ago pittura, retini di fondo sfilato, punto raso, punto erba e varie sfumature.

La mostra

La mostra, caratterizzata dall’esposizione di lavori di alta eccellenza e dedicata al pittore di fama internazionale Paolo Signorino, rientrava nell’ambito della seconda edizione del convegno interregionale del Mediterraneo sulle “Arti applicate femminili”.

La Parrotto, prima al fianco della maestra Emilia Polimeno (quest’ultima nota per aver guidato per oltre 60 anni a Parabita un laboratorio di ricamo), continua ancora oggi a dedicarsi completamente a quest’arte dopo averla insegnata alle tante donne che da quel laboratorio ci sono passate, e che li hanno lasciato parte del proprio cuore. «Ringrazio gli organizzatori e  tutte le ricamatrici italiane che mi hanno permesso di maturare e condividere insieme a loro questa bella esperienza», afferma con soddisfazione la signora Mariastella.