Lunedì 15 aprile (ore 15) il teatro del carcere di Lecce si è trasformato in un grande mandala di fiori freschi in occasione della Settimana Santa per la performance teatralizzata “Madonne e Maddalene” a cura dei detenuti-autori del Collettivo Rosa dei Venti.

L’evento ispirato alle processioni dei Misteri ed ai Riti della Settimana Santa, è un omaggio alle donne ai piedi di ogni croce ed è anche una video-installazione della ricerca fotografica “Lacrime e Santi” firmata da Veronica Garra.

La Direttrice della Casa Circondariale di Lecce Rita Russosottolinea: “Il percorso quotidiano che da due anni il Laboratorio stabile di scrittura Mondo Scritto porta avanti nella biblioteca della sezione maschile rappresenta l’eccellenza dell’istituto. La cultura è una risorsa indispensabile per garantire la qualità della vita e la vera rieducazione e risocializzazione tra le mura. La società civile partecipando a questi eventi rende significativo lo sforzo corale di ogni giorno”.

Pubblicità

Un corridoio di fiori freschi da attraversare a piedi nudi muovendo i passi della Passione e dei Perdoni, cuori sacri, simboli densi di poesia e spiritualità che in carcere diventano evidenza, silenzi monastici e gesti lenti: i detenuti-autori del Collettivo Rosa dei Venti tornano scalzi, dopo aver calcato il palco del Teatro Apollo, per raccontare la Passione dei poveri cristi, quelli che storicamente hanno offerto i propri passi nelle processioni della Settimana Santa. Un evento unico, atto senza repliche, che scandisce il tempo della rinascita attraverso le parole che riscattano ogni invisibile cuore umano.

Il progetto | Laboratorio stabile di scrittura e lettura “mondo scritto” nella biblioteca della sezione maschile del carcere di Lecce

Il Collettivo Rosa dei Venti è un progetto in favore dei lettori e autori in formazione detenuti nel carcere di Lecce “Borgo San Nicola”, fondato nel 2017 dalla scrittrice Luisa Ruggio, in collaborazione con la Direzione della Casa Circondariale, opera nella biblioteca della sezione maschile. La piccola biblioteca abitata dal Collettivo, è una delle tre zone franche del carcere, un presidio di bellezza vissuto e nutrito dalle attività laboratoriali che il Collettivo ha avviato e svolge cinque giorni a settimana.

Collettivo Rosa dei Venti

Pubblicità

Commenta la notizia!