Settembre non deluderà: Gallipoli ci conta. Si riaffacciano stranieri (in camper) e giovani escursionisti. Salentoinbus allungato fino al 13 settembre

1181

Gallipoli – Un luglio in chiaro scuro, un agosto da favola (forse troppo), ed ora un settembre in cui le prenotazioni (e qualche disdetta) non mancano, anche fino a fine mese. Con un neo: l’assenza o, quantomeno, la diminuzione delle presenze di ospiti stranieri, di casa a Gallipoli anche ad ottobre. Il flusso è comunque tanto consistente che il presidente della Provincia, Stefano Minerva, ha allungato il servizio Salentinbus fino al 13, sia pure per alcune corse (sul sito della Provincia le tratte attive).

“Un agosto eccezionale – dicono dal “Martinucci” del centro storico – davvero superlativo, peccato per settembre e ottobre, mesi in cui si lavorava bene proprio con gli stranieri. Con l’apertura anche della terrazza, quelli che erano i locali delle Poste su piazza Imbriani, gli addetti hanno fatto di tutto per far fronte in modo celere e adeguato ai tanti utenti: code anche lì alla fine, come accaduto in altri ristoranti della città vecchia.

“Rimproverati per la troppa gente…”

“Siamo arrivati al paradosso – raccontano un po’ straniti in un altro ristorante che si affaccia sul mare vista isola di Sant’Andrea – che i turisti ci hanno rimproverato di aver fatto venire a Gallipoli ‘troppa gente'”. Lungo le mura, comunque, settembre non si teme: “Chi viene da fuori vuole mangiare bene, non si accontenta del panino: il pubblico settembrino è fatto da buongustai”.

Di amanti della buona tavola e di tranquillità parlano anche i Coppola, litorale nord, tra cantina, tenute, ristorante, campeggi. “Il dato positivo – commenta Giuseppe Coppola, che è anche presidente della sezione Turismo di Confindustria Lecce – è che l’interesse verso questa località non è scemato da parte di turisti attenti verso il territorio, la cultura, il mare ma anche la gastronomia”. E tornano a fare capolino anche i vacanzieri d’Oltralpe, in versione camperisti.

Prenotazioni ok, cambiano le tipologie di turisti

Prenotazioni per tutto il mese segnalano da un case vacanze con sede operativa in zona Torre San Giovanni. Cambia il pubblico ovviamente: adesso è il turno di famiglie (anche da Sicilia e Calabria) e gruppi di giovani interessati alle escursioni (gli altri sono ritornati a scuola) per cui è importante il mantenimento del servizio Salentoinbus. “Fino ad ottobre di solito, era così, vediamo quest’anno senza stranieri”, concludono ottimisti.

E’ il cicloturismo ad aver accusato il colpo, nonostante una struttura ricettiva particolarmente attiva in questo settore. Gli appassionati provenivano proprio dall’Estero. Ciò nonostante, lavoro assicurato per almeno la prima metà del mese.

Il bonus raddoppiato tira

Senza soluzione di continuità sembra marciare il gruppo Caroli Holtels, da tempo per la verità impegnato in una operazione di diversificazione extrastagionale spariando tra attività sportive, iniziative culturali e d’intrattenimento secondo un fitto programma varato ad inizio anno. Loro l’idea del bonus turismo del Governo raddoppiato con propria iniziativa. “E’ stato un provvedimento utile e pratico – sostiene il direttore generale del gruppo Attilio Caroli Caputo – e l’attenzione verso il turismo interno ha dato buoni frutti e ne darà”. I bonus turismo, come noto, hanno validità fino al 31 dicembre.