Sette giorni senza decessi, né Terapie intensive e con i positivi in calo: provincia di Lecce ok. Non così la Puglia; contagiati oggi a quota 84

822

Gallipoli – Una settimana che fa ben sperare quella ultima per la provincia di Lecce circa l’andamento dei contagi Covid 19: nessun decesso in sette giorni (ancora oggi purtroppo se ne contano due e ancora una volta a Bari e Taranto); nessun ricovero in Terapia intensiva (12 quelli registrati nel Barese); i casi positivi in discesa (da 134 a 128). Nel resto della Puglia nessuna provincia può dire altrettanto.

Ma non c’è da rallegrarsi molto perché anche l’andamento odierno conta 84 nuovi contagiati registrati da 3.773 test. Ancora una volta spicca Bari (35), Foggia segue (23), poi ci sono Taranto (6), Lecce (5), Brindisi (4), Bat (11). Questo il commento del direttore generale Asl Bari, Antonio Sanguedolce: “Dei 35 nuovi casi di contagio da Sars-Cov 2 rilevati nella giornata odierna dal Dipartimento di Prevenzione. 25 positività riguardano contatti stretti collegati a casi già isolati precedentemente e sottoposti a sorveglianza epidemiologica, mentre per i restanti 10 casi è in corso l’attività di tracciamento”.

Si notano sempre di più i casi di persone con sintomi, mentre fino a poco fa gli asintomatici erano la stragrande maggioranza. Due cittadini di Brindisi che avevano denunciato il malessere tipico della malattia ai polmoni, sono risultati poi positivi al tampone. Nella provincia Bat in sei si sono recati al Pronto soccorso e la conferma è venuta anche lì. Sintomatici anche nel Brindisino e nel Foggiano.

Numerose le variazioni nei Comuni del Leccese: Aradeo aumenta di una unità (2), calano Casarano (1), Cursi e Cutrofiano (zero)come Galatone (da 9 a 7), Muro Leccese (2), Nardò (da 10 a 9), Poggiardo (da 4 a 3). Presicce – Acquarica ne ha tre; uno a Gallipoli; Ugento (2), Maglie (2). Santa Cesarea Terme da 6 passa a zero casi. I paesi “immuni” dall’inizio della epidemia restano 19.

Questa infine la dichiarazione del dg Asl Lecce, Rodolfo Rollo: “I cinque casi registrati oggi dal Dipartimento di prevenzione riguardano tre contatti stretti di casi già noti e due residenti in provincia di Lecce sottoposti a tampone di screening”.