Servono 40 milioni e la città va avanti

1267

GALLIPOLI. Via libera il 31 marzo scorso nell’aula del Consiglio comunale al primo bilancio di previsione della maggioranza del sindaco Stefano Minerva che con un largo consenso (13 voti favorevoli e tre contrari) approva il principale documento amministrativo e politico del suo mandato. Una manovra finanziaria quella del Comune di Gallipoli che si attesta sui 40 milioni di euro annui, tra previsioni di entrata e di spesa, e che in ottemperanza della legge di bilancio 2017 prevede il blocco degli aumenti dei tributi locali. Il gettito della Tari, la tassa sui rifiuti, dovrà assicurare la copertura integrale dei costi d’investimento e di esercizio annuale pari ad oltre 7milioni e 300 mila euro e l’amministrazione comunale punta ad intensificare la lotta all’evasione del tributo dalla quale per il 2017 si spera di incamerare 340 mila euro oltre le 250 mila dell’anno scorso.

Continua a leggere sull’edizione cartacea di Piazzasalento, oppure ricevi il nostro giornale direttamente a casa tua o nella tua casella di posta!