Serata “Gomorra” con De Santis

2407

roberta bruno presidente arci aradeoARADEO. Prosegue l’impegno sociale dell’Arci club Gallery di Aradeo, guidato da Roberta Bruno (foto) che, con il patrocinio del Comune, ha promosso per sabato 25 gennaio, alle ore 18, nella splendida cornice di palazzo Grassi, un pomeriggio di radio e cinema. Saranno presenti i conduttori di “Cinema house” (il programma del sabato pomeriggio di “Radio Flo”) con l’attore napoletano  Salvatore Striano nelle vesti di ospite “d’eccezione”.

Striano è noto per aver lavorato in “Gomorra” di Matteo Garrone, ma anche in “Cesare deve morire” dei fratelli Taviani e in “Take five” di Guido Lombardi, film presentato nella passata edizione del Festival internazionale del film di Roma. Lo scorso anno, inoltre,  Striano rappresentò l’Italia agli Oscar e nel 2012 si è aggiudicato l’Orso d’oro a Berlino 2012 proprio per il film dei Taviani.  Il suo è un amore per la recitazione sbocciato all’improvviso dietro le sbarre del carcere di Rebibbia, dopo una vita non facile.

Dal contrabbando di sigarette nei Quartieri spagnoli di Napoli, alla detenzione di armi e uso di droghe, il passo per la detenzione non era stato lungo. Già dentro a 14 anni e poi, via via fino a Rebibbia. Tutto è cambiato quando è entrato in contatto con il teatro. Da allora, non  più il vecchio Sasà, ma una persona nuova.

Dopo la diretta radiofonica con Striano, la serata a Palazzo Grassi prevede il documentario-racconto “Il Riscatto”, di Giovanna Taviani’, presentato al Festival di Cannes 2013 ed incentrato sulla vita dell’attore. La regista  ha debuttato come documentarista nel 2004 con il film “I nostri trenta anni – generazioni a confronto” e  ha poi continuato con altri lavori nel 2005, 2010 e 2012, tutti abbondantemente premiati. Alla proiezione seguirà (alle 21) il live con Mino De Santis, artista di Tuglie, testimone e custode di tradizioni ed usi del Salento e del Meridione, espressi con l’ironia e la musicalità dei grandi cantautori.