Sequestrati “Baia Malva” e “Puerto del Sol” a Porto Cesareo

1368
PORTO CESAREO. Opere eseguite in parte in macroscopica difformità rispetto ai permessi di costruire rilasciati, ma anche in totale assenza di permesso di costruire e autorizzazione paesaggistica. Questo hanno riscontrato i carabinieri della Compagnia di Campi Salentina, insieme ai colleghi delle stazioni di Porto Cesareo, Veglie e Levarano, che hanno proceduto al sequestro di due strutture a Porto Cesareo. Si tratta del villaggio turistico “Baia Malva” e della darsena “Puerto del Sol”, entrambi di proprietà dello stesso imprenditore di Nardò. I reati riscontrati sono deturpamento o distruzione di bellezze naturali e costruzione di opere in assenza o in difformità di permesso di costruire (abusivismo edilizio). Nel caso del villaggio turistico “Baia Malva” sono risultate rilasciate autorizzazioni definite nel comunicato dei carabinieri “illecite ed illegittime perché rilasciate in palese violazione delle norme urbanistiche vigenti e in parte in ogni caso difformi da quanto in esse prescritto”. Il sequestro è scattato anche per consentire lo svolgimento di una consulenza tecnica, verificare e approfondire i fatti.