Sede storica del “Vespucci” di Gallipoli: nuova decisione della Giunta provinciale

1476
Protesta all'ex Istituto nautico - 10.03 (6)
Protesta del 10 marzo scorso

GALLIPOLI. Il futuro per la sede storica del Nautico “Vespucci” a Gallipoli? Una proposta progettuale verrà da un concorso di idee attraverso il quale si potrà valutare se è più conveniente il recupero edilizio con adeguamento alla normativa antisismica del vecchio immobile, oppure procedere alla sua demolizione e alla successiva ricostruzione. Lo ha deciso la Giunta provinciale, guidata dal presidente Antonio Gabellone, che ha dato indirizzo al direttore dell’Ente di predisporre un bando per la selezione di una proposta progettuale. Nell’una o nell’altra ipotesi, la struttura dovrà accogliere 20 classi.

L’immobile, dichiarato inagibile da tempo, è in cattivo stato di conservazione. La Provincia lo ha escluso dal Piano delle alienazioni del patrimonio immobiliare 2013-15, accogliendo la richiesta di mantenere la sede storica dell’Istituto come chiesto dallo stesso Comune di Gallipoli e dagli studenti del Nautico che hanno manifestato più volte in questo senso. L’edificio è ora al primo posto nella lista delle priorità di edilizia scolastica presentata al premier Renzi che ha garantito il finanziamento e il recupero di una grande scuola per ogni provincia.