Seclì, per S. Antonio festa e riti

956

secli-san-antonioSECLÌ. Festa tra le più attese, quella dal 29 al 31 luglio a Seclì. Per Sant’Antonio ancora una volta saranno le superbe luminarie, la banda, i fuochi pirotecnici e l’ottima cucina (con le immancabili polpette al sugo) a dare un senso profondo alla festa. Il programma religioso prevede dal 26 al 28 luglio, alle ore 19, la recita del “Rosario Antoniano”, seguito alle 19,30 dalla “messa con triduo”. Il 29, giorno della vigilia, le messe sono alle 7,30 e alle 19,30. Seguirà la solenne processione per le vie del paese. Il 30, per la grande “solennità esterna” del Santo, le messe sono alle 7,30, 9,00, 10,30 (celebrata in onore degli emigranti rientrati nel paese) e 19,30. Il 31 luglio, ultimo giorno dei festeggiamenti, le messe verranno celebrate alle 7,30 e 19,30. Il programma civile prevede lo sparo di petardi dal 26 al 31 luglio, un fuoco pirotecnico dopo la processione del 29 e il grande spettacolo pirotecnico a mezzanotte del 30. Il 29 suonerà la banda Città di Racale, mentre il 30 sono in programma le musiche di Città di Francavilla Fontana e Città di Lecce. Concluderà il 31 il concerto di Antonio Castrignanò. Le luminarie sono a cura della Premiata Ditta Parisi di Taurisano. Durante il triduo, i giorni di festa e la processione, i bambini verranno vestiti con il saio francescano di Sant’Antonio in segno di gratitudine e riconoscenza verso il Santo.